News 2 min

Bloodborne Mobile disponibile per il download, ma c’è un colpo di scena

Alla fine Bloodborne Mobile esiste davvero, ma non è il gioco che state pensando voi e sicuramente non c'entra niente From Software.

I fan di From Software stanno aspettando l’arrivo di un nuovo Bloodborne in qualsiasi modo che anche Bloodborne Mobile potrebbe andare bene.

Il capolavoro per PlayStation 4, che potete sempre recuperare su Amazon, è rimasto indelebile nella memoria e nei cuori dei giocatori per tutti questi anni.

Talmente tanto che, dopo il recente leak del remaster di Horizon Zero Dawn, i fan si sono infuriati perché speravano invece in un rifacimento del titolo di From Software.

E quando spunta il nome del gioco in un presunto Bloodborne Mobile la reazione non può che essere molto attenta da parte dei giocatori.

Peccato che Bloodborne Mobile, che esiste e potete addirittura scaricare tramite Google Play Store, non c’entri niente con From Software.

Ma non è neanche un videogioco normale in alcuno modo: è una truffa. Come riporta PlayStation Lifestyle, infatti, non esiste nessun gioco.

In primis, la descrizione nella pagina di Google Play non fa altro che riportare la dicitura che trovate per la versione PlayStation 4, in ogni altro store digitale.

In più, una volta scaricati dei miseri 23,59MB di download, Bloodborne Mobile si apre su uno screenshot della box art del gioco originale con un pulsante rosso e traslucido “Inizia partita”.

Con un tap si viene riportati ad un’altra schermata, nella quale viene chiesto di acquistare una serie di piani di abbonamento premium per accedere al gioco.

Con un prezzo anche strano, perché il piano settimanale è di $7.99, mentre il piano annuale è di $15.99. Non sappiamo al momento cosa succede quando si compra uno di questi piani, ma di certo non si accede al porting di Bloodborne per mobile.

Nonostante lo stranissimo tweet di Sony di qualche giorno fa, quindi, questo non è ancora il momento del ritorno di Bloodborne in qualche modo.

Anche se il titolo potrebbe tornare in qualche modo, Sony sarebbe pronta, ma ancora non si è capito bene perché non esiste un sequel.