News 3 min

Battlefield 2042, il gameplay in anteprima: ecco cosa ci ha mostrato EA

Scopriamo tutti i particolari sul gameplay di Battlefield 2042

Battlefield 2042 ha esibito il suo gameplay all’evento Xbox & Bethesda Games Showcase, e possiamo finalmente parlarvene dopo aver assistito ad una presentazione a porte chiuse diversi giorni fa.

Il nuovo capitolo della serie DICE ed EA è stato al centro di un evento cui abbiamo partecipato poco prima del reveal ufficiale.

Mentre al primo colpo abbiamo parlato del gioco in sé, coi particolari sulla gestione della componente live service, sulle mappe e sui mezzi, adesso possiamo concentrarci sul gameplay vero e proprio.

La struttura a mappe enormi è stata mantenuta come premessa di questo gameplay, ambientato per la prima volta in Qatar.

Al centro dell’esibizione c’è stata infatti la mappa Hourglass, ambientata a Doha, in Qatar, una location molto calda… e sabbiosa.

Il gameplay di Battlefield 2042 esibito oggi proviene da una pre-alpha per cui tutto quello che abbiamo visto è soggetto a cambiamenti (si spera in meglio).

La mappa ha diversi punti d’attenzione che ci vedranno battagliare per la vittoria nelle modalità Conquista e Sfondamento.

In uno scenario degno di Spec Ops The Line, non a caso pure lui ambientato da quelle parti, avremo un minaccioso muro di sabbia che invaderà il panorama gradualmente, scombinandolo in maniera drammatica durante le partite.

Da una parte avremo un colossale stadio ai lati di una superstrada piena di auto abbandonate per via dei postumi della crisi climatica e di rifugiati “raccontata” nel titolo.

Dall’altra, alla fine della superstrada lungo la quale si muoverà un convoglio di blindati, ci sarà un cluster di edifici.

Ciascuna porzione della mappa potrà essere esplorata liberamente e starà a noi decidere dove dirigerci per condurre lo scontro.

Nel gameplay, abbiamo potuto apprezzare una frenetica guerriglia urbana, culminata in uno scontro che ha visto i giocatori barcamenarsi in mezzo ai palazzi con una visibilità drammaticamente ridotta dalla tempesta di sabbia rossa.

Nel video, abbiamo potuto vedere i giocatori scendere da un elicottero guidato da un giocatore e che si potrà abbattere prima che gli altri utenti mettano piede a terra.

Ci si potrà muovere coi mezzi e a piedi, sebbene quest’ultima soluzione non sia troppo consigliata a causa delle dimensioni enormi di Hourglass.

Si potrà però salire negli edifici con degli ascensori, e durante il tragitto avremo un attimo di calma per ricorrere al Plus System e ritoccare il nostro armamentario in corsa.

Saliti fino ai tetti, vedremo come i grattacieli saranno collegati attraverso delle zipline, per cui potremo spostarci rapidamente tra di loro e cambiare lo scenario dello scontro.

Sarà naturalmente possibile lanciarsi da altezze improponibili con una tuta alare, per ritornare così nel vivo dello scontro urbano per la conquista della città.

In sintesi, questo spettacolo è stato reso possibile dalla nuova generazione del motore Frostbite, che muove l’esperienza All-Out Warfare da 128 giocatori.

All-Out Warfare è solo una di tre esperienze, con una seconda che sarà presentata a EA Play Live (e sarà una lettera d’amore per i fan storici della saga) e una, chiamata Hazard Zone, a ridosso del lancio di ottobre.

Nessuna di queste modalità sarà una battle royale, assicurano da DICE, ma c’è stata un’apertura per contenuti free-to-play.

Una strategia diametralmente opposta rispetto a quella di Call of Duty, che presto rilancerà con una nuova stagione di Warzone.

Battlefield 2042 sarà gestito come live service, che sarà basato su un primo anno da quattro stagioni con nuove località e operatori; ci sarà un Battle Pass a pagamento ma questo avrà un impatto soltanto sulla dimensione estetica del titolo.

Ci saranno diversi step che accompagneranno il gioco al lancio, tra cui una prima build giocabile (sotto stretto NDA) da utenti identificati come veterani di Battlefield.

Vi è venuta voglia di Doha e sabbia rossa ma avete un budget limitato? Potete passare le vacanze sull’indimenticabile Spec Ops The Line