News 2 min

Battlefield 2042, EA prende posizione: trattate gli altri come loro vorrebbero

Se siete cheater, Battlefield 2042 ha terribili notizie per voi ed EA non ci andrà giù per niente leggera.

Videogiochi come Battlefield 2042 poggiano fortemente sulla componente online: questo significa che titoli come la prossima fatica sparatutto di Electronic Arts si trasformano in veri e propri ambienti di gioco virtuali, in cui si incontrano tanti altri giocatori, ci si sfida e ci si diverte insieme.

È per questo motivo che è fondamentale assicurare che l’ambiente di gioco rimanga positivo e rispettoso. Sappiamo che capita spesso, nelle esperienze online, di incontrare altri giocatori sgradevoli, maleducati o discriminatori, che rendono fastidioso un momento che dovrebbe essere di stacco o divertimento.

Per questo motivo, segnaliamo che EA ha deciso di prendere posizione e ha pubblicato oggi, con una nota stampa e un post sul blog ufficiale di Battlefield 2042, un messaggio in cui ricorda ai giocatori i valori che è importante tenere all’interno di una community – anticipando che avrà tolleranza zero contro coloro che cercheranno di rovinare l’esperienza ludica di qualcun altro.

«Trattate gli altri come si aspetterebbero di essere trattati» leggiamo nella lista delle regole che EA ha messo in piedi per «sottolineare cosa ci aspettiamo dai membri della nostra community che si uniranno a Battlefield».

EA vi raccomanda anche di segnalare i giocatori che ricorrono a cheat per cercare di vincere a tutti i costi e vi ricorda di non condividere mai contenuti inappropriati con altri giocatori.

«Prendiamo molto sul serio il nostro obiettivo di avere un gioco positivo e onesto, e non tollereremo gli esponenti negativi che si presenteranno in Battlefield. Come community, dobbiamo giocare insieme per raggiungere questo traguardo» sottolinea EA.

Anche per salvaguardare i giocatori che potrebbero incappare in altri utenti fastidiosi prima che EA possa intervenire, Battlefield 2042 introdurrà alcune misure specifiche, tra cui la possibilità di bloccare o sbloccare altri giocatori, in maniera tale che non possano né scrivervi né raggiungervi con la chat vocale.

Inoltre, il gioco includerà un filtro automatico contro i contenuti profani e potrete segnalare giocatori scorretti o molesti direttamente da Battlefield 2042in-game, senza dover aprire altre finestre o eseguire procedure complicate.

Potrete, infatti, selezionare semplicemente la voce “Segnala” (sarà “Report” in inglese, attendiamo la conferma sulla traduzione ufficiale, ndr) quando indicate un giocatore nella lista giocatori, nella lista squadra o nel menù social. Una volta fatto, dovrete indicare il motivo della segnalazione (chat testuale con abusi, chat vocale con abusi, cheating, sabotaggio del gameplay, nome offensivo, molestie). Una volta fatto, vi basterà dare conferma per inviare la segnalazione a EA.

Non è tutto: EA ha comunicato di aver anche lanciato una pagina specifica di contatto EA Help sul sito ufficiale, per chi vuole mettersi in contatto con il publisher poiché necessita di assistenza di qualsiasi tipo con i suoi prodotti – Battlefield 2042 compreso.

Se, invece, foste voi a venire colpiti da un ban dopo una segnalazione e riteneste la cosa errata, potrete chiedere a EA di rianalizzare il vostro caso secondo la procedura ufficiale a questo link.

Le misure di segnalazione e anti-cheat sono attive già dalla open beta dal 6 al 10 ottobre (quindi no, non provate a fare i furbetti) e saranno lanciate fin dal day-one del gioco, il 19 novembre prossimo, su tutte le piattaforme.

Se volete prenotare Battlefield 2042 al prezzo minimo garantito, potete farlo direttamente su Amazon.