News 2 min

Batman: Arkham, gli sviluppatori “nei guai” dopo la fusione di AT&T

Una situazione molto delicata circa il futuro delle proprietà intellettuali Warner.

Nelle scorse ore, il colosso AT&T ha confermato di aver stipulato un importante accordo con Discovery, del valore da 43 miliardi di dollari.

La partnership porterà alla fusione tra WarnerMedia e Discovery con il conseguente accorpamento di proprietà quali HBO, Warner Bros., DC Comics, CNN, Cartoon Network, HGTV, Food Network, Turner Networks, TNT, TBS, Eurosport, Magnolia, TLC, Animal Planet e molti altri ancora.

Lato videogiochi, sono in molti a domandarsi quale sarà il destino di Warner Bros. Interactive?

Come riportato da Stephen Totilo via Twitter, ex editor-in-chief di Kotaku, sembra che Sara Fischer di Axion abbia confermato che una parte della branchia dedicata alla produzione di videogiochi rimarrà con AT&T, mentre l’altra parte sarà di fatto riassegnata alla nuova compagnia.

Non si tratta quindi di una situazione del tutto rosea: Warner Bros. Games sarà di fatto “spaccata” in due, tanto che questo cambio in corsa potrebbe portare allo slittamento (o, nella peggiore delle ipotesi, alla cancellazione) di numerosi progetti interni ai vari studi di sviluppo.

Tra questi troviamo infatti giochi nati da team del calibro di Rocksteady Games, NetherRealm Studios, Avalanche Software e Monolith Productions.

Molti dei titoli legati ai franchise de Il Signore degli Anelli, Mortal Kombat e DC Comics (inclusi quelli dell’universo di Batman) potrebbero quindi subire l’onda d’urto dell’accordo multimilionario portato all’attenzione dal New York Times.

Anche TT Games, WB Games Montreal e le sedi di Boston, San Diego, New York e San Francisco farebbero parte degli studi di sviluppo finiti loro malgrado nell’occhio del ciclone.

Ricordiamo in ogni caso che già durante il mese di giugno dello scorso anno AT&T era in procinto di vendere la divisione gaming di Warner Bros. Interactive Entertainment per circa 4 miliardi di dollari.

L’accordo non fu mai ufficializzato, tanto che ai tempi sia AT&T che Take-Two si rifiutarono di commentare la notizia.

Gotham Knights, nuovo gioco a cura di Warner Bros. Montreal dedicato alla Bat-Family, è stato in ogni caso da poco rinviato al prossimo anno.

Di convesso, sia l’avventura di Robin & Co. che Suicide Squad Kill the Justice League (gioco sviluppato dalla software house autrice della saga di Batman: Arkham) potrebbero essere mostrati in occasione del nuovo DC FanDome.

Se parlare di Batman vi ha fatto salire la voglia di nuove avventure nei panni dell’Uomo Pipistrello, il nostro consiglio è di recuperare la Batman Arkham Collection su PS4 a un prezzo davvero molto basso!