News 1 min

Autori di Genshin Impact premiano il team regalandogli valanghe di PS5 e RTX 3070

Studio miHoYo ha voluto ringraziare i membri del suo team per l'anno di successo con dei regali che fanno decisamente invidia.

Il lancio di Genshin Impact è stato un grande successo e, per questo motivo, Studio MiHoYo ha deciso di premiare i membri del suo team con dei regali che sicuramente faranno gola a moltissimi videogiocatori.

Lo studio cinese, svela l’analista ed esperto di mercato Daniel Ahmad, ha infatti indetto una lotteria interna per far avere a quanti più sviluppatori possibili dei doni, che comprendono una valanga di PlayStation 5 e di RTX 3070 – i regali che più spiccano, nelle foto, considerando quanto sia attualmente difficile per i consumatori trovarli per l’acquisto tradizionalmente inteso.

Alcuni dei premi che Studio MiHoYo ha messo da parte per i membri del suo team

I premi, però, non si sono fermati a questi prodotti “introvabili”: in palio, nella lotteria, c’erano anche tantissime Nintendo Switch, ma anche i nuovi iPhone 12, gli auricolari AirPods di Apple, degli Apple Watch, dei MacBook Pro e diversi prodotti elettronici.

Come spiegato da Ahmad, «MiHoYo ha dato questi oggetti a tutti gli sviluppatori, ma per via delle scorte limitate hanno dovuto indire una lotteria, una specie di gacha. È un sistema adottato solo per questo tipo di regali, che non ha nulla a che vedere con altri premi fiscali o altre forme di compenso».

I membri del team, che secondo i dati forniti da Ahmad sono oggi circa 1.500, hanno potuto così portare a casa i prodotti che vedete nelle immagini.

Intanto, il loro Genshin Impact continua a ricevere aggiornamenti e ha conquistato una sua importante fetta di pubblico. In futuro, conferma Ahmad, lo vedremo anche su Nintendo Switch (per ora è su PC, PS4/PS5 e mobile), ma non c’è ancora una finestra di lancio specifica.

Se volete tenervi pronti in caso di nuove disponibilità di PS5, la pagina da seguire su Amazon è questa; se, invece, siete PC gamer a caccia della RTX 3070, occhio a quest’altra.