News 1 min

8K prossimo standard per i videogiochi? Phil Spencer ci crede poco

Parere negativo del boss di Xbox sulla next big thing (che appare molto lontana)

In un’intervista concessa al portale Wired, Phil Spencer ha rivelato di dubitare che l’8K possa diventare un giorno uno standard per i videogiochi.

Nella seconda metà della generazione corrente, abbiamo visto le console avvicinarsi timidamente al 4K, una definizione che sarà abbracciata pienamente soltanto con PS5 e Xbox Series X.

«Penso che l’8K sia un’aspirazione tecnologica», ha spiegato Spencer. «Le capacità dei display dei dispositivi non ci sono ancora. Penso che siamo distanti anni dall’adozione dell’8K come standard nei videogiochi, se mai lo sarà».

Nella stessa intervista, come riferisce VGC, la head of gaming engineering di Xbox Liz Hamren ha aggiunto che i possessori di un televisore 4K sono meno di quanti non pensino i publisher tripla-A.

L’executive vice president al gaming di Microsoft ha spiegato anche di concordare con l’intervistatore quando questi gli ha detto di pensare che il ray tracing non stia riuscendo a mantenere la sua promessa di una nuova generazione di grafica.

«Quando penso ai giochi dove il ray tracing ha avuto un impatto drammatico sulla mia esperienza come giocatore, è una cosa un po’ discontinua», ha commentato Spencer.

Un’intervista molto franca, com’è tradizione per il massimo dirigente di Xbox, che non a caso ha spinto su Xbox Series S per proporre una macchina che fosse sì performante ma allo stesso tempo accessibile, oltre alla più potente Xbox Series X.

La sfida per la next-gen sembra più orientata sui contenuti e sulla loro disponibilità a prescindere dalla piattaforma, ed è per questo che Microsoft si è preparata con una nuova ondata di acquisizioni, che ha riguardato in ultimo Bethesda.

Potete preordinare subito la vostra Xbox Series X al miglior prezzo su Amazon!