News 2 min

Xbox Game Pass avrebbe pagato “10 milioni di dollari” per un gioco gratis

Marvel's Guardians of the Galaxy su Xbox Game Pass sarebbe costato a Microsoft da 5 a 10 milioni di dollari.

Xbox Game Pass è indubbiamente uno dei maggiori punti di forza dell’offerta videoludica di casa Microsoft, grazie a un catalogo di giochi gratis che si arricchisce ogni mese con tantissime produzioni importanti.

La casa di Redmond, comprensibilmente, ha sempre voluto mantenere il riserbo sui reali costi di Xbox Game Pass e sulle implementazioni dei giochi gratis, che in alcuni casi sembrerebbero aver raggiunto cifre davvero impressionanti.

Sebbene pochi giorni fa fosse stato svelato grazie agli sviluppatori indie che Microsoft avrebbe pagato centinaia di migliaia di dollari per assicurarsi moltissimi giochi, nel caso di produzioni più importanti la cifra sarebbe notevolmente più alta.

Come riportato da VGC, l’analista David Gibson ha infatti svelato un dato molto interessante riguardante Marvel’s Guardians of the Galaxy, uno dei nuovi giochi gratis più apprezzati dalla community.

David Gibson ha infatti condotto analisi di mercato su Square Enix per ben 15 anni: dopo diverse conversazioni avviate con dipendenti del publisher e con altre parti coinvolte, ha dato una stima del costo dell’operazione che è sicuramente impressionante.

Sembra infatti che Microsoft avrebbe pagato una cifra da 5 a 10 milioni di dollari per assicurarsi Marvel’s Guardians of the Galaxy come gioco gratis su Xbox Game Pass: una stima che, se confermata, renderebbe perfettamente l’idea dei numerosi investimenti avviati dalla casa di Redmond.

Il senior analyst di MST Financial sottolinea che, nonostante la cifra possa apparire impressionante per noi utenti, alla fine per i publisher potrebbe non rappresentare una forte fonte di guadagno: se comparata alla quantità di utenti iscritti al servizio, nel caso di Marvel’s Guardians of the Galaxy, è come se i fan avessero acquistato il gioco per soli due euro.

Questa cifra, che ricordiamo non essere stata confermata ufficialmente in quanto gli accordi con Xbox Game Pass restano confidenziali e segreti, aiuterebbe dunque a comprendere meglio il processo che spinge i publisher a stringere accordi con Microsoft per proporre giochi gratis, valutandone pro e contro in ogni singolo caso.

Proprio in considerazione della forza economica necessaria per sostenere un tale servizio, è probabile che il possibile servizio rivale di Sony possa partire con molti svantaggi.

Naturalmente sarà possibile aspettarsi investimenti diversi per le produzioni indipendenti: due di queste sono state recentemente annunciate in arrivo su Xbox Game Pass al day one.

Se volete entrare anche voi nella next-gen di Microsoft, su Amazon potete acquistare Xbox Series S a un prezzo speciale.