News 2 min

Xbox aveva “pronosticato” l’uscita di Zelda: Breath of the Wild 2 (sbagliando clamorosamente)

Purtroppo, nessuna delle previsioni è andata a buon fine.

Nintendo ha in serbo ancora un gran numero di giochi in arrivo prossimamente su Switch, annunciati ma non ancora mostrati nella loro forma finale.

Tra questi, il sequel del clamoroso titolo uscito al lancio della piattaforma ibrida, The Legend of Zelda: Breath of the Wild, oltre a giochi di un certo calibro come Bayonetta 3 e Metroid Prime 4.

Se per quanto riguarda la nuova avventura di Samus Aran si sa ormai da tempo che lo sviluppo procede seppur molto lentamente, le date di uscita (o anche solo finestre di lancio) scarseggiano.

Vero anche che, con la presunta Switch Pro all’orizzonte, la Grande N sta con molta probabilità aspettando il momento propizio prima di lanciare le sue “bombe”.

Ora, in concomitanza con il leak della documentazione della diatriba legale tra Epic e Apple, è stato reso noto che Xbox aveva pronosticato alcune uscite della concorrenza, in questo caso proprio Nintendo.

La Casa di Redmond era pressoché certa che tra ottobre e dicembre 2020 avrebbero visto la luce The Legend of Zelda: Breath of the Wild 2, Bayonetta 3, Metroid Prime 4 e Shin Megami Tensei 5.

Incredibile ma vero, nessuno dei giochi citati dalla compagnia è uscito alla fine dello scorso anno.

Anche giorni “minori” come No More Heroes 3 e Bravely Default 2 erano dati in uscita lo scorso anno, cosa che puntualmente non è accaduta.

Vero anche che il documento è datato agosto 2020, e che a causa del COVID-19 molti dei piani originali di rilascio potrebbero essere stati stravolti, oltre al fatto che alcuni errori di battitura presenti nel documento potrebbero aver “frainteso” il 2020 con il 2021.

Ricordiamo che lo stesso leak ha portato alla luce anche una conversazione tra Phil Spencer di Xbox e Tim Sweeny di Epic Games, relativamente ai piani di xCloud.

Ma non solo: la controversia legale tra Epic ed Apple ha fatto emergere anche un dettaglio sulla gestione del cross-play di Fortnite relativa alle piattaforme PlayStation.

Infine, se volete sognare sul futuro di Link e Hyrule, date un’occhiata a questa versione davvero next-gen del primo Breath of the Wild.

Se non possedete ancora la console Nintendo Switch, potete recuperarla su Amazon al prezzo minimo garantito.