News 2 min

Valorant, nuove versioni del titolo Riot Games sarebbero in arrivo

Lo shooter di Riot Games potrebbe ampliarsi presto, perché Valorant sta per prepararsi allo sbarco su altre piattaforme.

Valorant è stata una bella sorpresa per Riot Games e la sua community, visto che lo shooter ha guadagnato presto un certo successo e un suo pubblico.

Unito al fatto che si tratta di un titolo free to play, con microtransazioni estetiche acquistabili tramite buoni che trovate su Amazon, i server del titolo sono sempre molto popolati.

D’altronde, insieme a League of Legends, i titoli della software house statunitense hanno spesso la capacità di diventare dei fenomeni culturali.

Valorant si è aggiornato molto negli anni trascorsi dalla sua uscita, e di recente sono arrivate anche delle funzionalità molto invasive, ma per un fine nobile.

E, come era stato accennato da Riot Games nel contesto dell’uscita, Valorant potrebbe essere pronto a sbarcare su altre piattaforme oltre al PC.

Come riporta Insider Gaming, infatti, lo sviluppatore sembra stia accelerando i lavori per un porting dello shooter.

Valorant è infatti stato lanciato come esclusiva PC nel 2020, ma potrebbe essere arrivato il momento per vederlo su console e dispositivi mobile.

Di recente, è stato scoperto che Riot Games ha pubblicato annunci per due offerte di lavoro, una per un designer senior e l’altra per un responsabile del design.

Il dettaglio interessante è che, tra le qualifiche richieste, è specificata anche la capacità di saper lavorare a prodotti su console.

Precisamente sono richieste “Comprensione approfondita del mercato degli FPS per console”, “pubblicato o lavorato su almeno un gioco competitivo online AAA+ basato su console”, ed “esperienza nello sviluppo su più piattaforme: PC, dispositivi mobili e console”.

D’altronde Riot Games aveva dichiarato di tempo di aver iniziato almeno a lavorare su un prototipo di Valorant per console, e questa sarebbe solo una nuova conferma.

Con il successo che hanno prodotti come Call of Duty su mobile, con in arrivo anche il battle royale, è anche normale che Riot Games voglia pensare di sbarcare in quel mondo.