Il trailer Briefing di Death Stranding è ora stato diffuso ufficialmente

In arrivo il prossimo 8 novembre

TRAILER
A cura di Antonello Buzzi - 12 Settembre 2019 - 9:03

Dopo il leak off-screen dello scorso agosto, il publisher Sony Interactive Entertainment e lo sviluppatore Kojima Productions hanno pubblicato ufficialmente il trailer “Briefing” di Death Stranding in occasione del Tokyo Game Show 2019.

Potete vedere il filmato come di consueto nel player sottostante.

Il trailer si tiene nell’Ufficio Ovale con tre personaggi: Sam Bridges, Die Hardman (Earl Jenkins) e l’ologramma di Amelie (Lindsey Wagner), la donna vestita in rosso vista nel trailer con la data d’uscita. I tre parlano di riconnettere l’America e Sam è al centro di un tentativo di convincimento per accettare questa ardua missione ad opera degli altri due. Sam e Amelie si conoscono da tempo ma non si vedono da dieci anni: Amelie “non è invecchiata di un giorno”, e questo perché il suo “corpo è ancora sulla spiaggia” e “non subisce l’invecchiamento”.

La donna è figlia di Samantha “America” Strand, si presume precedente presidente, e il suo compito è “ristabilire gli UCA, United Cities of America”. La missione è andata avanti per un certo periodo con successo ma si è fermato alla città di Edge Knot City, che sembrerebbe essere localizzata sulla Los Angeles reale. Questo perché Amelie è bloccata nella città ed è tenuta in ostaggio da Homo Demens, l’organizzazione terroristica gestita da Higgs (Troy Baker), noto in precedenza come Man in the Golden Mask.

L’obiettivo di Homo Demens è lo stesso, riunificare cioè le città degli UCA sotto un’unica entità, ma con modalità molto diverse e cioè attraverso il terrore e la violenza. A Sam viene chiesto di portare avanti la missione di Amelie e, non appena questa sarà stata completata, raggiungerla ad Edge Knot City per liberarla. Alla fine del trailer viene data l’impressione che il personaggio interpretato da Norman Reedus abbia rifiutato la proposta, con lui che afferma di essere “Sam Porter Bridges ora, non uno Strand” e che ricollegare il paese era anche “l’ultimo desiderio di Bridges”. Tuttavia, gli viene dato il “Q-Pid“, la collana metallica che indossa sempre, che può utilizzare per ricollegare le diverse postazioni dell’UCA inserendolo in appositi terminali.

Ricordiamo che Death Stranding sarà lanciato il prossimo 8 novembre per Sony Playstation 4.

Trovate tutte le notizie e gli articoli inerenti il prodotto nella nostra scheda.

Fonte: Gematsu




TAG: death stranding, tokyo game show 2019

OffertaBestseller No. 1