The Ghost Survivors Recensione, DLC gratuito di Resident Evil 2

The Ghost Survivor è il DLC gratuito di Resident Evil 2 che Capcom ha voluto regalare ai giocatori. Scopriamolo nella nostra recensione.

Video Recensione
A cura di Domenico Musicò - 17 Febbraio 2019 - 10:23

Dopo il successo di critica e pubblico dell’ottimo remake di Resident Evil 2, Capcom ha deciso di non adagiarsi sugli allori. La musica è finalmente cambiata e la compagnia è di nuovo sulla cresta dell’onda: lo dimostra anche la diversa filosofia dedicata al supporto dei propri giochi. The Ghost Survivors, qualche anno fa, sarebbe stato venduto come un unico corposo DLC o addirittura diviso in più parti, mentre oggi i giocatori possono semplicemente giocarlo gratis. Sarebbe stato facile chiedere un esborso agli utenti innamorati della serie e di questo capitolo in particolare, ma Capcom non è più l’azienda in crisi d’identità e valori che conoscevamo, e i fatti sono davanti agli occhi di tutti.

Gli ultimi

The Ghost Survivors (o I Sopravvissuti Fantasma, se preferite) è un’espansione dedicata a tre nuovi personaggi – più un quarto da sbloccare – che si trovano proprio nel bel mezzo del disastro di Raccoon City. Il primo è Robert Kendo, ossia l’iconico proprietario del negozio d’armi che nel remake doveva affrontare suo malgrado un terribile dramma. “La Vita Continua” è il titolo della sua mini storia, che lo vede fuggire dal Gun Shop fino ad arrivare nel punto stabilito da una voce familiare che arriva dalla radio. Quella voce lo invita a raggiungerlo nei pressi di un elicottero, unico mezzo in grado di portarli via dall’incubo di Raccoon City.

Gratis DLC RE 2

Il secondo personaggio di The Ghost Survivors è Katherine Warren, la figlia del sindaco. La ragazza, come ricorderete, si trovava all’interno dell’orfanotrofio presidiato da Irons, il capo della polizia. In questa versione alternativa della storia, la ragazza ha la possibilità di fuggire dalla grinfie del suo assalitore, avendo però una disponibilità delle armi sicuramente inferiore rispetto a Robert Kendo, armato di tutto punto. La mini campagna di Katherine, chiamata “In Fuga“, è però un po’ più semplice, e dunque l’equilibrio risulta essere in definitiva ben calcolato. Il suo obiettivo è quello di scappare dall’orfanotrofio e ricongiungersi col suo amato Ben, rinchiuso in una cella.

The Ghost Survivors

Il terzo personaggio è chiamato Ghost, ed esattamente come Hunk, è un misterioso soldato sopravvissuto al massacro perpetrato da William Birkin. Nella campagna che prende il nome di “Dimenticato” è diretto proprio nel cuore del NEST, per portare a termine la sua pericolosa missione; ma dopo aver ottenuto il campione, sente una voce che riecheggia all’interno della struttura: la sequenza di autodistruzione è stata attivata e ormai non rimane più molto tempo per salvarsi.
Bisogna a questo punto specificare che nessuna di queste tre avventure ha in realtà una narrazione elaborata. Le vicende di The Ghost Survivors si trovano tutte all’interno della sezione extra di Resident Evil 2 e non sono poi diverse dalle modalità con protagonisti Hunk e Tofu. E questo è un peccato, perché di materiale per strutturare meglio la trama ce n’era parecchio, ma Capcom ha deciso di seguire una direzione molto più semplice e immediata, certamente meno interessante di ciò che The Ghost Survivors sarebbe potuto essere.

The Ghost Survivors - Resident Evil 2 - 2

Nuovi nemici e una nuova modalità

The Ghost Survivors è settato di default a difficoltà normale, ma grazie all’introduzione della Training Mode è possibile avere delle grandi facilitazioni che vanno dall’inventario più fornito fino al puntamento automatico. Dal momento che in questa variante il tempo totale non viene conteggiato, la Training Mode serve in realtà per andare in avanscoperta e memorizzare le strade e i movimenti degli avversari.

Le tre brevi avventure hanno una durata media di dieci/quindici minuti ciascuno e, quando le avrete completate, verrà sbloccata un’altra porzione di gioco chiamata “Sotto Assedio“. Avendo come protagonista lo sceriffo Daniel Contini, vi troverete all’interno del piccolo negozio situato nella stazione di rifornimento vista all’inizio di Resident Evil 2. Il vostro compito non è quello di scappare, di ricongiungervi con qualcuno o di arrivare semplicemente dal punto A al punto B. In questa curiosa ma appagante modalità sopravvivenza, dovrete riuscire ad avere la meglio su ben cento nemici che faranno irruzione a ondate. Non sarà semplice, ma i rifornimenti e le armi usa e getta vi faciliteranno in questo compito un po’ più estremo del solito.

The Ghost Survivors - Resident Evil 2 - 1

In The Ghost Survivors non si registrano autentiche novità in termini di gameplay, ma un paio di nuovi nemici mettono sicuramente un po’ più di pepe all’azione. Con Robert Kendo avrete a che fare anche con degli zombi dagli occhi luminosi, che una volta sconfitti emanano dei miasmi mefitici in gradi di avvelenarvi. Sulla strada di Katherine Warner troverete i cosiddetti “Pale Head“, delle creature con l’abilità di rigenerarsi rapidamente che possono essere fermati solo con armi dal grande potere d’arresto. Ghost se la vedrà invece con degli zombi corazzati, talvolta anche parzialmente. Ciò, com’è facile intuire, richiede maggiore precisione da parte del giocatore, che dovrà mirare esattamente nei punti in cui i proiettili possono penetrare nella carne.

+ Tre nuove mini campagne (più una extra da sbloccare)
+ I nuovi nemici mettono un po' più di pepe all'azione
+ La nuova modalità sopravvivenza è una divertente sfida e al contempo un'ottima variante
+ Gratis
- Le storie sono appena accennate e non hanno un reale approfondimento
- Le mini campagne sono brevi

7.5

The Ghost Survivors è un ottimo DLC che non sfigura affatto (e anzi risulta essere migliore) davanti ai tanti contenuti aggiuntivi che vengono venduti a un prezzo talvolta maggiorato. Capcom avrebbe potuto forse fare qualcosa di più per quanto riguarda l’approfondimento delle tre storie, che sono in realtà appena accennate, ma tutto sommato si tratta di una buona espansione, in grado di mantenere ancora alto l’interesse per Resident Evil 2.




TAG: resident evil 2, the ghost survivors