News 2 min

“Supportate i giochi fisici!”: publisher contro il digitale

C'è ancora una fascia di utenza che oppone resistenza al mercato digitale: a questi si è unito un publisher specializzato nei giochi fisici.

L’avvento del mercato digitale nei videogiochi è ormai una realtà, accelerata sicuramente dalla pandemia attualmente in corso, ma c’è ancora una fascia di utenti che oppone resistenza: tra questi si è unito anche un publisher conosciuto per il suo impegno nel mercato fisico.

Che il digitale sovrasti il mercato fisico sembra ormai inevitabile: basta infatti ricordare che nel 2020 il 91% dei ricavi derivati dai videogiochi è stato interamente digitale: un netto vantaggio rispetto ai vecchi formati fisici, che lascia presagire uno scenario chiaro per il futuro.

Anche Cyberpunk 2077, nonostante le controversie che ne hanno circondato il lancio, è stato il miglior lancio digitale di sempre e questo include anche i rimborsi successivi.

Come riportato da Video Games Chronicle, c’è un publisher che però non accetta questa prospettiva: si tratta di Limited Run Games, un’azienda che si è specializzata nella produzione di edizioni fisiche di giochi altrimenti recuperabili solo in formato digitale.

Limited Run non accetta il digitale e continua a difendere i giochi fisici.

In riferimento ai rumor dell’imminente chiusura degli store PS3, PSP e PS Vita, hanno deciso infatti di chiamare alle armi i consumatori su Twitter, ricordando loro che «gli acquisti digitali non durano per sempre».

Commentando la notizia, sottolineano che un giorno questi servizi cesseranno di esistere, venendo rimpiazzati da tecnologie sempre superiori.

Per potervi assicurare che i vostri acquisti siano vostri per sempre, dunque c’è solo una strada: supportare le edizioni fisiche dei vostri videogiochi preferiti.

Il tweet si conclude con l’hashtag #ForeverPhysical, tradotto «Fisico Per Sempre», lasciando quindi intendere di non avere intenzione di cambiare strategia per il futuro.

Non è però mancato chi ha evidenziato che, in realtà, non è così nemmeno per gli acquisti fisici: un utente ha infatti risposto al tweet sottolineando che non solo i dischi si degradano col tempo ma, nell’era moderna, hanno spesso comunque bisogno di download digitali per funzionare al meglio.

Qualunque sia il vostro pensiero sull’argomento, è ormai chiaro che il mercato digitale è destinato a prendere il sopravvento: se siete contrari, acquistare copie fisiche incoraggerà le aziende a continuare a produrle.

Capcom, ad esempio, ha recentemente ottenuto l’80% del proprio ricavato unicamente grazie al digitale: numeri che ovviamente la incoraggeranno ulteriormente ad investire su questo settore.

Se volete unirvi al mondo di videogiochi Xbox (in formato digitale, non fisico) vi raccomandiamo di dare un’occhiata a Game Pass Ultimate: lo trovate a prezzo vantaggioso su Instant Gaming.