News 2 min

Stalker 2 uscirà davvero nel 2024 o nel 2025? Arriva la risposta ufficiale

GSC Game World ha smentito ufficialmente gli ultimi rumor sul rinvio di Stalker 2.

Nelle ultime ore si è diffuso prepotentemente un rumor relativo al possibile lancio di Stalker 2: in seguito all’ultimo rinvio del titolo di GSC Game World, qualcuno aveva infatti suggerito che la situazione sarebbe stata molto più grave del previsto.

Il rumor sosteneva infatti che il nuovo titolo, in arrivo gratis al day one su Xbox Game Pass (che trovate in sconto su Amazon), non solo non avrebbe ancora nemmeno una demo funzionante, ma avrebbe subito una grave crisi con l’addio di numerosi sviluppatori.

Per questo motivo, il presunto insider sosteneva che avremmo visto Stalker 2 soltanto nel 2024 o addirittura nel 2025: una voce che fin da subito era apparsa a molti improbabile e che ha scatenato una reazione ufficiale da parte degli stessi sviluppatori.

GSC Game World ha infatti risposto a una mail inviata da AltChar (via Game Rant), nella quale hanno voluto smentire un rumor definito semplicemente come «assurdo».

Gli autori hanno infatti sottolineato nella loro risposta che normalmente si limitano a ignorare le voci di corridoio che girano intorno a Stalker 2 ma che, data «la natura assurda delle affermazioni», hanno deciso per questa volta di fare un’eccezione.

GSC Game World ha poi chiarito che il lancio di Stalker 2 non è stato ulteriormente oggetto di rinvii e che il titolo uscirà esattamente come programmato: sarà dunque disponibile ufficialmente nel 2023, esattamente come dichiarato durante l’Extended Show.

Per il momento si può dunque calare il sipario su un rumor mai apparso realmente credibile, ma che si era comunque sparso così velocemente in rete da sollecitare una reazione forte e decisa dal team di sviluppo: a questo punto, non ci resta che attendere ulteriori novità ufficiali sull’effettivo lancio di Stalker 2.

Va comunque precisato che alcuni dubbi erano già emersi in seguito ad alcuni misteriosi rimborsi emessi da Xbox Store, ma la situazione venne poi chiarita dagli stessi autori: si tratta infatti di una politica di Microsoft sui pre-ordini senza data di uscita certa e non ha nulla a che vedere con eventuali nuovi rinvii, per il momento tutti prontamente respinti.