Speciali 3 min

Si torna ad affettare su Beat Saber grazie ai Fall Out Boy

Vediamo da vicino il pacchetto di Beat Saber dedicato a Fall Out Boy, pronti a con il nostro Meta Quest 2 a partire per la VR.

Siete usciti sfiniti dai pranzi e dalle cene di queste festività? Come chi vi scrive portate ancora i segni dei banchetti natalizi? Abbiamo noi la soluzione perfetta. Sfoderate il vostro set da realtà virtuale e ritornate a calcare i palchi di Beat Saber, approfittando inoltre dell’arrivo in questo periodo di un pacchetto di canzoni nuove di zecca, tutte a firma dei Fall Out Boy, rock band a stelle e strisce perfetta per scatenarsi controller alla mano.

Cos’è Beat Saber?

Forse è inutile ribadire cosa sia Beat Saber visto che è uno dei titoli di maggior successo per VR – e purtroppo uno dei pochi per cui la tecnologia ha davvero funzionato al cento per cento – ed è disponibile sia per PlayStation VR che per i vari dispositivi Meta (i furono Oculus, se preferite), ma nel caso vi sia sfuggita la sua essenza adrenalinica, eccovi un breve e comodo ripasso.

I palchi sono tutti tematizzati

Il titolo creato dal team di Beat Games è in un tutto e per tutto la trasposizione in VR di un classico rhythm game. A differenza dei celebri Guitar Hero o di Taiko no Tatsujin, le “note” – definizione un po’ larga che comprende tutte le varianti di colpi da battere – non corrispondono però a dei semplici tasti da premere con il giusto tempo per completare un riff o un assolo di batteria.

Beat Saber sfrutta a pieno tutta la fisicità della realtà virtuale e trasforma i due pad in altrettante spade colorate, con le quali affettare blocchi che piombano verso il giocatore con ritmi sempre più adrenalinici, prestando attenzione alla corrispondenza delle tonalità – ad esempio con la spada rossa vanno colpiti i blocchi rossi – e anche alla direzione verso cui va diretto il fendente.

Su queste basi vengono poi innestate numerose varianti, come bombe da evitare e blocchi che costringono a faticosi piegamenti sulle gambe, un flusso costante di input concreti e visivi che, se ben inanellati, fanno schizzare il counter delle combo, ma che possono anche portare al game over dopo colpi nel vuoto o troppi errori consecutivi.

Il risultato finale è un concentrato di azione tanto immediato quanto divertente, capace inoltre di adattarsi sia ai giocatori più esperti sia ai neofiti, grazie alla presenza di diversi livelli di difficoltà che vanno ad impattare sulla velocità e il numero di blocchi, e anche grazie alle differenti modalità di gioco con cui cimentarsi, dalla campagna alle sfide contro la community, passando ovviamente per le sessioni di training.

Fate largo ai Fall Out Boy

Per un gioco musicale è però fondamentale la presenza di tracce che entrino sotto la pelle e, almeno inizialmente, Beat Saber era sprovvisto proprio di questo ingrediente. Le canzoni erano infatti senza licenza, dei brani elettronici, rock o di altri generi sì martellanti, ma che dicevano ben poco a chi indossava il caschetto.

I colori delle spade e dei blocchi sono una novità

Poco alla volta questo limite è stato superato grazie all’arrivo di numerosi pacchetti aggiuntivi a pagamento, come quelli dedicati a Lady Gaga, a Skrillex, ai Green Day o, ancora, ai BTS, a cui si è aggiunto di recente anche il pack contenente otto tracce dei Fall Out Boy.

Per dovere di cronaca, eccovi la lista completa:

  • Centuries
  • Thnks fr th Mmrs
  • This Ain’t A Scene, It’s An Arms Race
  • Immortals
  • I Don’t Care
  • My Songs Know What You Did In The Dark (Light Em Up)
  • Dance, Dance
  • Irresistible

L’elenco è ben assortito e presenta sia alcuni dei primi classici di successo – come Dance, Dance – sia brani provenienti da album più recenti. Questa espansione è inoltre tematizzata da nuovi colori e soprattutto da effetti grafici letteralmente esplosivi, come fuochi d’artificio, fumogeni e coreografie che trasportano fisicamente il giocatore sul palco di un concerto rock in VR.

Come sempre, la discriminante è un prezzo non propriamente economico al cospetto dei nuovi contenuti – 1,99 euro a canzone o 11 euro circa per tutto il pacchetto – ma la vera molla che farà scattare l’acquisto sarà soprattutto la corrispondenza di gusti fra il giocatore e il rock targato Fall Out Boy