Resident Evil: la serie Netflix è stata messa in pausa

La conferma è arrivata dal capo di Constantin Film.

A cura di Marcello Paolillo - 2 Aprile 2020 - 22:42

Lo scorso mese di gennaio, il colosso dello streaming Netflix ha confermato di essere al lavoro su una serie basata sul popolare franchise horror Resident Evil.

La compagnia tedesca Constantin Film, già responsabile della serie sul grande schermo, si sarebbe occupata della produzione dello show.

Ora, purtroppo, è arrivata una brutta notizia: a causa dell’emergenza coronavirus, si è deciso di bloccare la produzione dello show fino a data da destinarsi.

Nonostante le riprese della serie fossero fissate in Sudafrica nel periodo che andava tra giugno e ottobre 2020, Netflix e Constantin Film hanno deciso di rinviare i lavori. Al momento non si conoscono i nuovi programmi, in attesa che la crisi da Covid-19 si risolva.

Resident Evil: la serie Netflix è stata messa in pausa

La conferma è arrivata dal capo della casa di produzione tedesca, Martin Moszkowicz, nel corso di una lunga intervista con Deadline.

Stando alle poche informazioni rilasciate sino a ora, la serie sarà composta da 8 episodi e sarà slegato dai film con Milla Jovovich, andando ad espandere l’universo di Resident Evil tra le origini della Umbrella Corporation e del T-Virus.

A febbraio 2020, erano in ogni caso emersi i primi dettagli leak della trama della serie:

La città di Clearfield, MD da lungo tempo si trova sotto l’ombra di tre giganti apparentemente non correlati tra loro – la Umbrella Corporation, il non più attivo Greenwood Asylum e Washington DC. Oggi, ventisei anni dopo la scoperta del T-Virus, i segreti tenuti da tutte e tre cominceranno a essere rivelate, con i primi segni dell’epidemia.

Ricordiamo anche che domani, 3 aprile, sarà il Day One di Resident Evil 3, il remake del classico del 1999 che vedrà Jill Valentine a presa con l’infezione a Raccoon City. Trovate i dettagli nella nostra scheda dedicata.

Fonte: Deadline




TAG: netflix, resident evil