Resident Evil 2: scopriamo le idee scartate da Capcom

Capcom rivela alcune curiose idee vagliate per Resident Evil 2 che non sono state incluse nel gioco finale

By |02/03/2019|Categories: News|Tags: |

Quando si sviluppa un progetto, ci sono tante idee che vengono tenute come valide e tante altre che, invece, vengono scartate e non riescono ad arrivare nel prodotto finale. È stato anche il caso di Resident Evil 2, per il quale Capcom ha vagliati tantissime possibili variazioni.

In un video, gli sviluppatori hanno parlato apertamente della questione, rivelando che tra le curiosità prese in analisi c’è stato anche il ritorno della telecamera fissa, oltre alla soggettiva e a qualche nemico extra che, invece, non abbiamo visto nel prodotto finale.

Una delle idee scartate riguarda, tanto per cominciare, il Tyrant: inizialmente, si era infatti pensato a un look in stile militare per il terrificante nemico – mentre alla fine si è invece deciso di optare per un abbigliamento più “cittadino”.

Era stato progettato anche un nemico noto come Condemned, pensato appositamente per i jump-scare che dovevano farvi balzare sulla sedia, dal momento che vi sarebbe comparso davanti all’improvviso “appeso per le braccia”. L’idea di questo nemico, tuttavia, è arrivata solo alla primissime fasi, non arrivando oltre ai primi design.

resident evil 2 condemned

Era stato pensato anche uno scenario in cui si poteva vedere una funivia discendere dalle montagne, oltre a una sequenza in cui invece eravate chiamate a guidare tra un orrore e l’altro.

Una delle idee scartate più interessanti è però probabilmente quella della possibile telecamera fissa, come da tradizione. Capcom aveva pensato a questa soluzione per mantenere il gioco unico all’interno del panorama horror. Tuttavia, il progetto stava andando alla grande con l’inquadratura da sopra la spalla e alla fine si è deciso di non affiancare l’altra possibile telecamera.

Infine, tra le altre cose scartate, figura anche una sequenza più estesa con il non proprio socievole alligatore.

resident evil 2

Il team ha assicurato che, avendo potuto lavorare al remake per oltre tre anni e mezzo, ha avuto la possibilità di vagliare in concreto le possibilità offerte da ogni singola idea, anziché limitarsi seriamente ad appuntarle dopo un brainstorming.

Sicuramente, considerando anche tutte le cose che vi abbiamo detto nella nostra recensione, le scelte finali compiute hanno pagato.

Resident Evil 2 è disponibile su PC, PS4 e Xbox One. Consultate la nostra scheda per qualsiasi ulteriore approfondimento dedicato.

Fonte: Destructoid