News 2 min

Remake di Metal Gear Solid, Hayter: se lo fate, deve essere con i doppiatori originali

Il remake di Metal Gear Solid è ormai un tormentone: dopo aver parlato dei rumor che ha captato, la voce di Snake torna sull'argomento.

Non è ancora chiaro se il remake di Metal Gear Solid rientrerà in quell’elenco di fenomeni da “tanto tuonò che piovve”, o se troverà nell’elenco di quei progetti per cui si gridava di continuo “al lupo, al lupo”, senza che il lupo arrivasse mai. Sappiamo, però, che da qualche tempo le indiscrezioni si sono fatte sempre più insistenti e si sono allineate, puntando in direzione di un possibile ritorno della celebre IP di casa Konami per mano di Bluepoint Games, che sembrerebbe incaricata di lavorare a molteplici progetti.

Il publisher e detentore della licenza non si è mai pronunciato in merito a queste voci, anche se è di pochi giorni fa la notizia di ambiziosi progetti futuri che vedrebbero proprio Konami affiancata da Sony. In attesa di scoprire direttamente dagli addetti ai lavori se siamo di fronte a insider che svelano progetti in essere o a insider che sussurrano all’orecchio dei fan quello che sperano di sentirsi dire, anche David Hayter ha detto la sua.

Così, nei feels, senza preavviso

L’attore e regista, celebre soprattutto per essere la voce di Solid Snake (e in numerosi episodi anche di Big Boss), aveva detto di essersi convinto della cosa di recente, dopo aver appreso da un insider che ci sarebbe qualcosa di concreto. Tornando sull’argomento sul suo profilo Twitter, il doppiatore ha sottolineato che «non ho mai confermato» il progetto, in riferimento a chi gli “addossava” l’annuncio.

Tuttavia, nello stesso cinguettio Hayter si è esposto affermando che «ho solo detto che ho sentito un rumor. Comunque, sono d’accordo con tutti gli altri tuoi punti». Altri punti che, nel tweet a cui Hayter fa riferimento, sono molto chiari:

Lasciatemi mettere una cosa in chiaro: se David e le altre voci del cast originale non sono parte del progetto, allora non me lo compro.

Hayter, insomma, spera vivamente di venire coinvolto nel progetto – al punto che, in modo legittimo, concorda con chi non dovesse acquistare un ipotetico remake se i personaggi non vedessero i ritorni delle storiche voci originali.

Va da sé che siamo nel campo delle ipotesi sulle ipotesi: lo conferma il doppiatore stesso, quando dà ragione a un fan che, poco sotto, sottolinea come probabilmente i doppiatori ne sappiano tanto quanto i giocatori.

 

Attendiamo allora che sia Konami a svelarci quali progetti abbia per il suo futuro. Nel frattempo, la serie Metal Gear diventerà un film firmato dall’autore di Kong: Skull Island, grande fan della saga, e che vedrà nei panni di Solid Snake un attore che ha destato molte chiacchiere per il suo casting.

In questi giorni, inoltre, stanno destando più di una curiosità dei misteriosi cinguettii-teaser a tema Metal Gear Solid 2, che mostrano gli scenari di Sons of Liberty da una criptica prospettiva in soggettiva. Per alcuni potrebbe significare che presto potremmo visitare la Big Shell e il tanker Discovery in realtà virtuale ma – con sorpresa di nessuno, quando si tratta di Metal Gear da quando è orfano di Hideo Kojima – siamo tornati nell’affollato campo delle ipotesi.

Se volete saperne di più sulla saga Metal Gear, siete moralmente obbligati a leggere questo libro.