Le ragioni di Activision dietro la separazione da Bungie e Destiny

By |11/01/2019|Categories: News|Tags: , , |

La compagnia di analisi Cowen & Company ha fornito una breve disamina delle ragioni di Activision dietro la separazione da Bungie e Destiny.

Activision ha espresso pubblicamente la propria delusione per le performance in termini di vendite di Destiny 2: I Rinnegati.

E questo è stato un punto di disaccordo tra editore e sviluppatore clamoroso, visto che Bungie ha invece negato l’insoddisfazione affermando di essere contenta dei risultati dell’espansione.

In ogni caso, questo sarebbe stato soltanto la punta dell’iceberg.

Activision avrebbe scelto ad un certo punto della partnership di puntare di più sulle sue IP, come Call of Duty, che spendere così tanto per una proprietà di un’altra realtà dalla quale peraltro non riusciva a trarre le dovute soddisfazioni finanziarie.

Questo anche con la consapevolezza che ci sarebbe stato un colpo a livello di valore azionario e introiti a breve e medio termine. E di ciò dovremmo avere notizia a febbraio, quando ci verrà dato conto delle previsioni circa le entrate dell’anno fiscale.

Inoltre, Cowen ha rivelato che Bungie dovrebbe aver pagato una certa somma ad Activision per ottenere i diritti di pubblicazione dell’IP.

Tale cifra tuttavia non sarebbe “enormemente significativa”, anche in considerazione del fatto che manca un solo anno alla scadenza naturale dell’accordo decennale tra le due compagnie.

Destiny 2