News 2 min

PS5, Sony sta pensando a una modalità “Uber”?

Sony sta pensando a un servizio guidato per aiutare i videogiocatori in difficoltà?

PS5 ha il compito di traghettare la community nella nuova generazione seguendo la visione di Sony, e sembra che nei piani futuri del colosso giapponese ci sia un servizio di supporto “guidato” in pieno stile Uber.

Sulla console next-gen è appena atterrato Returnal, roguelike fantascientifico di Housemarque che metterà a dura prova i giocatori in un’avventura spaziale con venature horror e psicologiche.

La scarsa reperibilità di PS5 è un fatto ormai noto ma, nonostante i problemi, la console ha macinato dei numeri davvero degni di nota, anche in Italia.

Sony le sta pensando davvero tutte per risolvere la crisi produttiva che si porta dietro fin dal lancio: dopo aver chiesto supporto ai fornitori per aumentare la produzione, il platform owner ha preso in considerazione l’idea di rivedere l’architettura della console nel tentativo di aggirare alcuni problemi.

Tra le nuove vie che Sony starebbe sperimentando, ce ne sarebbe una indirizzata al supporto dei fan, come riportato anche sulle pagine di VGC.

Secondo un brevetto depositato lo scorso mese, l’azienda starebbe valutando di garantire la disponibilità di alcuni “esperti” in grado di assistere gli utenti nelle conquiste dei Trofei e nelle sezioni più ostiche dei loro giochi preferiti.

I giocatori che potranno vantare un notevole “curriculum” videoludico potranno candidarsi per accedere al team di esperti e beneficiare di contenuti inediti e Trofei aggiuntivi.

Possiamo dare un’occhiata alla nuova feature di Sony grazie a due immagini depositate insieme al brevetto.

Il sistema dovrebbe dare la possibilità di lanciare una vera e propria “richiesta d’aiuto”, che verrà immediatamente inviata all’esperto più ferrato in materia.

È stata la stessa Sony stessa a descrivere il processo come una sorta di Uber dei videogame, paragonando la chiamata all’esperto con quella all’autista.

Per chi non lo sapesse, Uber è un’azienda americana di trasporto automobilistico che mette in contatto diretto passeggeri e guidatori.

Una volta stabilita la connessione, ai giocatori verrà fornito un aiuto direttamente in video (con una sorta di videochiamata) oppure tramite testo o voce.

Gli utenti potranno inoltre chiedere di essere avvisati in anticipo per evitare di incorrere in eventuali spoiler.

Insomma, si tratta di una gradita feature che, se confermata, andrebbe ad aggiungersi alle novità che orbitano attualmente intorno a Sony: sembra infatti che alcune esclusive Xbox potrebbero sbarcare anche su PlayStation.

Molti utenti sono in attesa di importanti introduzioni anche per quanto riguarda l’aspetto hardware: dopo l’aggiornamento che ha consentito di archiviare i dati su USB, i fan aspettano che il platform owner “sblocchi” gli SSD NVMe, si spera entro l’estate.

Ma non tutto può andare per il meglio: nella giornata di ieri è arrivata la notizia di alcuni crash che starebbero creando problemi alla community, e sembra che tra i titoli coinvolti ci siano anche Assassin’s Creed Valhalla e Returnal.

Se siete in attesa di possedere una PS5, potete iniziare a prepararvi con l’acquisto di un DualSense su Amazon.