News 2 min

PS5, i guadagni dei bagarini calano del 30% (ma non per Xbox Series X)

Venti di cambiamento o semplici fluttuazioni del mercato?

Tra gli eventi più recenti, il PlayStation Showcase, l’Xbox Stream nella cornice della Gamescom 2021 e la conferenza Xbox & Bethesda in ambito E3 2021 sono stati ricchi di annunci e graditi ritorni.

Spinti da questi nuovi contenuti, moti videogiocatori avranno già deciso di quale console dotarsi ma, ad esclusione della reperibilissima Xbox Series S, in nessuno dei due casi si tratterà di una passeggiata.

Ad oggi entrambe risultano piuttosto difficili da reperire, un grave inconveniente per gli acquirenti ma non per PS5, che ha già battuto PS4 malgrado i tanti ostacoli distributivi.

La carenza di scorte rischia di protrarsi oltre il 2022 e di conseguenza ogni occasione è buona per aggiudicarsi uno dei due hardware, a condizione di non scendere a patti con i bagarini.

Rivenditori del genere sono stati una spina nel fianco per Sony e Microsoft a partire dal lancio di PS5 e Xbox Series X, ma adesso qualcosa sembra essere cambiato.

Secondo i dati forniti dal marketplace StockX al magazine Forbes (in seguito riportati da VGC), i bagarini stanno guadagnando il 30% in meno dalle vendite dell’ammiraglia Sony, mentre il volume d’affari è rimasto più o meno lo stesso.

Nato come sito per la vendita di sneakers, StockX è attivo dal 2016 e di recente ha iniziato ad orientarsi sul commercio di prodotti elettronici, console next-gen comprese. All’inizio dell’estate, le PS5 acquistate tramite il sito hanno superato le 130.000 unità.

Dando un’occhiata ai numeri, è possibile notare che il prezzo di PS5 è calato del 30% rispetto al picco massimo (1.000 dollari) registrato a novembre 2020, mentre a settembre 2021 la console è stata venduta a un prezzo medio di 715 dollari, il 10% in meno rispetto a giugno.

Sul versante Xbox Series X, invece, si è registrato un fenomeno all’insegna della stabilità. I prezzi della console di Microsoft sono tuttora molto simili a quelli proposti nel periodo di lancio.

Nel mese in corso, l’ammiraglia di Microsoft è stata infatti venduta ad un prezzo medio di 725 dollari, inferiore solo di 25 (in alcuni casi 75) dollari rispetto a quello più alto, registrato ancora una volta a novembre 2020 e corrispondente a 750 dollari.

Se siete ancora indecisi tra l’uno o l’altro hardware vi invitiamo a tenere in considerazione che PS5 Pro potrebbe essere più vicina del previsto (sottolineiamo “potrebbe”).

Per voi gli SSD esterni costituiscono un fattore di scelta non indifferente in sede di acquisto? Allora fareste bene a valutare che anche Xbox Series X è compatibile con una soluzione del genere.

Infine, se ciò che vi interessa sono i giochi (come è giusto che sia, in fondo) potreste volervi appuntare quali saranno quelli cross-gen e quali quelli esclusivamente next-gen.

Se avete bisogno di rinnovare la vostra sottoscrizione a PlayStation Plus, potete farlo comodamente acquistando un codice download su Amazon.