Project Scarlett, “grande upgrade nella CPU” per puntare sul frame rate

"Sì, possiamo fare il 4K, ma possiamo anche fare frame rate fino a 120. Penso che quel tipo di possibilità sarà qualcosa che la gente non vede oggi"

News
A cura di Paolo Sirio - 22 Agosto 2019 - 15:38

Microsoft ha spiegato a più riprese di aver puntato sulla CPU per quanto riguarda lo sviluppo di Project Scarlett, la sua prossima console, dal momento che ha rappresentato nella passata generazione un collo di bottiglia esasperante persino su Xbox One X.

Parlandone ai microfoni di OXM, Aaron Greenberg, general manager al marketing dei giochi per Xbox, ha rincarato la dose, spiegando che la scelta di scommettere su “un grande upgrade nella CPU” è dovuto alla volontà di aumentare il frame rate anche su console.

“Per la next-gen, penso vedrete un grande upgrade nella CPU perché vogliamo essere sicuri che non abbiate alcun compromesso con il frame rate”, ha commentato Greenberg.

Project Scarlett, “grande upgrade nella CPU” per puntare sul frame rate

“Sì, possiamo fare il 4K, ma possiamo anche fare frame rate fino a 120. Penso che quel tipo di possibilità sarà qualcosa che la gente non vede oggi”, ha aggiunto (via GamesRadar+).

Naturalmente, così com’è stato con il 4K su Xbox One X e PS4 Pro, non si tratta di un obbligo per gli sviluppatori ma di una possibilità, appunto, di poter accedere ad una macchina che abbia nella sua architettura uno sblocco per frame rate superiori non solo ai 30 ma anche ai 60fps.

Il lancio di Project Scarlett è fissato alla stagione natalizia del 2020.




TAG: Project Scarlett