News 2 min

Pokémon Go è di nuovo “in pandemia” dopo le proteste dei fan

Pokémon Go ha ascoltato i fan e reintrodotto le novità della pandemia.

I fan di Pokémon Go, alla fine, sembra che siano riusciti a farsi sentire e a ottenere un importante risultato: Niantic ha appena annunciato di aver ripristinato in tutto il mondo le distanze incrementate per interagire con Pokéstop e Palestre.

Lo spin-off mobile della serie ideata da Game Freak, di cui usciranno nuovi remake verso la fine dell’anno su Nintendo Switch, è stato un enorme successo durante il lancio nel 2016, ma a causa della pandemia è riuscito ad acquistare nuovamente una grande popolarità grazie ad alcune modifiche che hanno reso il gioco molto più accessibile.

Tuttavia, all’inizio del mese Niantic aveva aggiornato il gioco rimuovendo tali modifiche per gli Stati Uniti e in Nuova Zelanda, facendo arrabbiare i giocatori che ancora sono alle prese con la pandemia.

Gli sviluppatori avevano difeso il proprio operato evidenziando di aver semplicemente seguito i consigli sulla salute di queste due nazioni, ma che avrebbe dato ascolto ai feedback inaugurando una «task force» per monitorare la situazione.

 

Secondo quanto riportato da Nintendo Life, alla fine Niantic pare abbia mantenuto la propria promessa: nonostante i risultati di questa indagine specializzata saranno pubblicati solo il primo settembre, la modifica più richiesta è stata già resa disponibile.

In un post pubblicato sul profilo Twitter ufficiale, Pokémon Go ha infatti fatto sapere che da adesso in avanti la distanza necessaria per interagire con Pokéstop e Palestre sarà di 80 metri e non più di 40, ristabilendo dunque i valori introdotti durante la pandemia.

La compagnia ha poi ringraziato i giocatori per aver reso note le loro opinioni, promettendo anche che a breve saranno comunicate ulteriori novità dalla task force:

«Da adesso in poi, il raggio base di interazione globale per i Pokéstop e le Palestre sarà di 80 metri.

Grazie a tutti voi per aver fatto sentire le vostre voci.

Vi abbiamo ascoltato e comprendiamo che questo [cambiamento] è stato un beneficio per tantissimi giocatori».

I giocatori di quei paesi avevano reagito molto male alle precedenti modifiche, dato che 80 metri si era dimostrato un eccezionale compromesso, utile anche a quegli utenti che avevano difficoltà a muoversi.

Fortunatamente, Niantic alla fine ha deciso di ascoltare la propria community, ristabilendo un valore che può soltanto essere un beneficio per gli allenatori di tutto il mondo.

Questo significa che da oggi gli utenti potranno continuare a divertirsi con gli eventi di agosto, che ormai si avvicinano verso la loro naturale conclusione.

Nel frattempo, alcuni fan hanno scoperto solo recentemente una feature molto utile, in grado di aiutare gli allenatori a organizzare meglio le proprie battaglie.

Nonostante le modifiche più accessibili, Niantic monitorerà comunque la situazione per bannare i cheater, anche se durante l’ultima ondata di ban qualcosa è andato decisamente storto.

In attesa dei prossimi capitoli della serie, potete acquistare Pokémon Scudo a prezzo scontato su Amazon.