Xbox Game Pass su PlayStation e Nintendo? Pare di sì

Tim Stuart ha dichiarato che l'obiettivo è quello di portare tutti i contenuti e servizi Xbox «su ogni schermo in grado di riprodurre un gioco».

Immagine di Xbox Game Pass su PlayStation e Nintendo? Pare di sì
Avatar

a cura di Marcello Paolillo

Senior Staff Writer

Il direttore finanziario di Xbox ha dichiarato che l'azienda intende portare Game Pass anche sulle console PlayStation e Nintendo.

Chi è abbonato al servizio (fatelo vostro anche voi su Amazon) sa che i giochi non mancano, sebbene sarebbe quantomeno strano vederli su piattaforme della concorrenza.

Dopo aver parlato di dati di vendita, Tim Stuart ha dichiarato ai partecipanti del Wells Fargo TMT Summit che l'obiettivo finale dell'azienda è quello di portare tutti i suoi contenuti e servizi «su ogni schermo in grado di riprodurre un gioco».

Come riportato anche da VGC, questa "missione" è progettata per ottenere dalla divisione giochi di Microsoft profitti più elevati rispetto a quelli tradizionalmente ottenuti con il settore delle console a margine relativamente basso, ha dichiarato il dirigente.

Questo, del resto, è stato uno dei fattori che hanno motivato l'acquisizione da 69 miliardi di dollari del creatore di Call of Duty, Activision Blizzard, completata il mese scorso.

«Per noi, quando pensiamo all'attività di gioco in relazione a Microsoft e ad Activision, la leva operativa e l'espansione dei margini sono sicuramente un pezzo del puzzle», ha detto Stuart.

«Ai livelli più alti, si passa da un'entità di terze parti a basso margine che vendevamo nel nostro negozio a un'attività first-party ad alto margine [...] Poi ci si espande e si dice che ora stiamo guidando le vendite ad alto margine su PlayStation e Nintendo».

Prima dell'acquisto di Activision Blizzard, Microsoft aveva concordato accordi decennali per portare Call of Duty sulle piattaforme Nintendo e per mantenerlo sulle console PlayStation, qualora l'acquisizione fosse stata approvata dalle autorità di regolamentazione della concorrenza.

«Ed è proprio questa, infine, la direzione che stiamo prendendo in questo business, l'espansione della leva operativa, dove pensiamo di piazzare le nostre scommesse», ha aggiunto Stuart. «First-party, abbonamenti, pubblicità: sono tutte attività ad alto margine in cui vogliamo espanderci».

«E quello che sentirete sempre più spesso da noi è un cambiamento di strategia, e anche in questo caso non annunciamo nulla di generale, ma la nostra missione è quella di portare le nostre esperienze first-party, i nostri servizi di abbonamento su tutti gli schermi che possono giocare».

«Ciò significa smart TV, dispositivi mobili, dispositivi che in passato avremmo considerato concorrenti, come PlayStation e Nintendo. Stiamo andando a Nvidia GeForce Now, il loro servizio di abbonamento ai giochi», ha aggiunto Stuart.

Phil Spencer, capo di Xbox, ha già espresso il desiderio di «portare Game Pass ovunque», anche se nel 2020 ha dichiarato che le altre piattaforme competitive non sono così interessate ad avere un'esperienza Xbox completa sul loro hardware.

In attesa che tutto ciò diventi realtà, vediamo quali sono i giochi in uscita sulle piattaforme Xbox nel corso del mese: segnate le prossime date sul calendario.

Ma non solo: quali sono i giochi inclusi nel catalogo di Xbox Game Pass? Vediamolo l'elenco completo nel nostro articolo sempre aggiornato.