PlayStation 6 è lontana, ma già si parla di grafica

Sebbene PS6 debba ancora essere annunciata, sembra che la next-gen di Sony userà l'IA generativa e i miglioramenti del ray-tracing.

Immagine di PlayStation 6 è lontana, ma già si parla di grafica
Avatar

a cura di Marcello Paolillo

Senior Staff Writer

La presunta PlayStation 6 è ancora lontana dall'uscita, ma sembra che Sony stia lavorando su alcune cose che cambieranno notevolmente il gioco su console.

Considerando che la PS5 (che trovate in offerta su Amazon) ha ancora molta strada davanti a sé, forse è presto parlarne, ma tant'é.

Questo, senza contare anche la recente uscita del nuovo modello "Slim", disponibile ormai da diversi giorni.

In un nuovo video condiviso questa settimana, RedGamingTech (via Wccftech) ripercorre alcune prime indiscrezioni sulla prossima console Sony, evidenziando alcuni aspetti interessanti su cui l'azienda giapponese sta lavorando.

Poiché è ancora molto presto, la CPU e la GPU di PlayStation 6 non sarebbero ancora state scelte.

Secondo indiscrezioni provenienti da più fonti, Sony starebbe prendendo in considerazione un design chiplet, che AMD impiega già in alcuni prodotti non di gioco.

L'azienda giapponese starebbe anche studiando un tipo di cache di grandi dimensioni che aiuterebbe gli sviluppatori a gestire i carichi di lavoro di calcolo e quelli misti di CPU e GPU, dato che la console utilizzerà probabilmente memoria GDDR7, la cui latenza potrebbe essere un problema per la CPU della console.

Sebbene le specifiche della PlayStation 6 debbano ancora essere finalizzate, sembra che per il suo sistema di prossima generazione Sony userà l'IA generativa e i miglioramenti del ray-tracing.

L'attenzione all'intelligenza artificiale generativa potrebbe cambiare radicalmente le carte in tavola per tutti i tipi di giochi, creando esperienze più interattive e coinvolgenti anche nei titoli per giocatore singolo.

Per quanto riguarda il ray-tracing, che vedrà già un incremento delle prestazioni con la PS5 Pro ancora da annunciare, Sony starebbe lavorando all'implementazione di una sorta di tecnologia di ricostruzione del ray-tracing, di cui ha già parlato durante una recente presentazione.

Sebbene la cosa fosse per lo più incentrata sui film, l'azienda giapponese ha anche mostrato il logo PlayStation e parlato di giochi, rafforzando ulteriormente l'importanza del ray-tracing nel futuro delle console.

Inoltre, alcune fonti hanno riferito a RedGamingTech che il path tracing nei giochi per PlayStation 6 non sarà difficile da trovare, proprio come oggi il ray-tracing non è raro nei giochi per console.

Anche se non tutti i titoli lo supporteranno, quelli che lo faranno avranno sicuramente un aspetto straordinario.

In attesa di saperne di più, scopriamo quali sono i videogiochi in uscita su PS5 nel corso del mese: segnate le date sul calendario, saranno settimane ricche.

Ma se siete curiosi di scoprire più da vicino cosa cambi nello specifico optando per PS5 "Slim", vi lasciamo a un interessante videoconfronto.