Nessun rinvio per Final Fantasy VII Remake (ma potrebbero esserci ritardi)

L'epidemia potrebbe far tardare le copie fisiche.

NEWS
A cura di Marcello Paolillo - 18 Marzo 2020 - 20:54

Erano in molti a temere che l’epidemia di coronavirus mettesse in crisi il mondo dei videogiochi, specie per quanto riguarda il posticipo di titoli largamente attesi.

Ora, Square Enix ha da poco confermato che il lancio di Final Fantasy VII Remake è garantito per il 10 aprile, ma potrebbero esserci dei ritardi.

Sembra infatti che alcuni giocatori che hanno prenotato il gioco o che attendono la loro copia fisica potrebbero riceverla con alcuni giorni ritardo e quindi non al Day One. La motivazione è chiaramente legata alle condizioni di difficoltà dei corrieri in questa emergenza sanitaria mondiale.

Ovviamente, non sono previsti tempi di attesa per il debutto del gioco su PS Store. Poco sotto, trovate il post ufficiale della compagnia:

Release update information. #FF7R

Gepostet von Final Fantasy VII Remake am Mittwoch, 18. März 2020

Vi ricordiamo anche che il director Tetsuya Nomura ha da poco reso noto che Final Fantasy VII Parte 2, che non ha ancora una data d’uscita né console di riferimento, potrebbe ricevere grossi e inaspettati cambiamenti generali rispetto alla prima parte.

Ma non solo: sempre pochi giorni fa, Square ha rilasciato una lunga serie di immagini in-game provenienti da diverse aree del gioco (coi vari personaggi al loro interno). Più in particolare sono stati mostrati il Wall Market, il Corneo Colosseum, l’Honeybee Inn e la Beginner’s Hall.

Final Fantasy VII Remake è in uscita, come sempre, per il prossimo 10 aprile di quest’anno per PlayStation 4.




TAG: breaking news, Final Fantasy VII Remake