News 2 min

L’ex doppiatore di Claptrap in Borderlands: Pitchford mi ha aggredito fisicamente

Dopo la diatriba sul mancato ritorno del doppiatore in Borderlands 3, la questione si sta scaldando

Borderlands 3 uscirà solo a settembre ma sta già vivendo dei momenti di grandissime polemiche. Dopo la questione dell’uscita su Epic Games Store, la sfuriata di Randy Pitchford di Gearbox sulla questione e quella del CEO contro i colleghi della rivista Game Informer sulla questione microtransazioni, è esploso il caso dei doppiatori.

Dopo Troy Baker, infatti, anche David Eggings non riprenderà il suo ruolo in Borderlands 3, dove era storicamente Claptrap. Eggings dal 2005 al 2017 aveva lavorato come vice presidente per lo sviluppo del business di Gearbox, e si era quindi prestato al lavoro di doppiatore. Non essendo più parte del team, questa volta voleva essere pagato per il suo ruolo, il che a quanto pare ha fatto tracimare il vaso.

2KGMKT BL3 Launch Screenshots Claptrap 3840x2160

Sulla questione, il CEO Randy Pitchford ha dichiarato che non si è trattato di soldi, ma di un atteggiamento infastidito di Eggings nei confronti di Gearbox, che ha portato quindi a scegliere per la sua esclusione. La risposta del doppiatore non si è però fatta attendere e, su Twitter, ha riferito che proprio Pitchford lo avrebbe aggredito fisicamente quando erano insieme nella hall di un albergo.

Eggings ha infatti rivelato che avrebbe accettato di non aver un compenso, a patto di avere delle royalty sui prodotti precedenti e le scuse per questo spiacevole evento, che non ha mai ricevuto:

Quando lo scorso anno mi è stato chiesto di avere di nuovo il ruolo di Claptrap, ho avuto sentimenti contrastanti. Dopo, mi sono reso conto che volevo mettere da parte le differenze per fare qualcosa che spaccava con i fan di Borderlands e gli amici di Gearbox.

Mi sono infine offerto di farlo “gratis”, chiedendo in cambio le passate royalty che mi erano dovute e delle scuse per quello che era successo e di cui non avevo mai parlato pubblicamente, fino a oggi: Pitchford mi ha aggredito fisicamente nella lobby del Marriott Marquis, durante la GDC 2017.

Penso personalmente che Randy sia andato in tilt in questi ultimi anni. Non è la vittima che si dipinge. L’ho perfino bloccato sui social un paio di anni fa, perché mi faceva stalking. Il troppo è troppo.

A questo punto, la questione si sta facendo molto più complicata del mero discorso relativo al ruolo o al non ruolo all’interno del gioco, considerando anche che Eddings in ulteriori tweet accusa apertamente Pitchford di aver tagliato $12 milioni dai fondi per le royalty che dovevano spettare ai dipendenti di Gearbox.

La diatriba è più spinosa che mai e siamo abbastanza sicuri che difficilmente sentiremo ancora Eddings, per sua volontà e per quella di Pitchford, prestare la voce a Claptrap.

Fonte: GameRant