Provato 5 min

LEGO Star Wars: La Saga degli Skywalker | Provato – Le Guerre Stellari a mattoncini

Abbiamo provato la prima ora di La Saga degli Skywalker, la serie completa di Star Wars narrata con l'umorismo e la creatività dei mattoncini LEGO.

Lo sviluppo di LEGO Star Wars: La Saga degli Skywalker si è dimostrato più impegnativo di quanto inizialmente previsto, considerando che dopo l’annuncio iniziale all’E3 2019 i fan non riuscirono ad avere quasi più notizie su questo intrigante progetto. L’ultima opera di TT Games e Warner Bros. intendeva essere infatti una vera e propria celebrazione dell’intera saga di Star Wars, come dimostrato dal lancio inizialmente annunciato per il 2020, l’anno successivo al rilascio nelle sale di Episodio IX.

Piattaforma:
PC, PS4, PS5, SWITCH, XONE, XSX
Genere:
action-adventure
Data di uscita:
Sviluppatore:
TT Games
Distributore:
Warner Bros.

Ma la lunga attesa dei fan alla fine sta venendo ricompensata, dato che il nuovo capitolo di LEGO Star Wars sta finalmente per arrivare sugli scaffali videoludici il 5 aprile: La Saga degli Skywalker permetterà ai fan di rivivere tutte le tre principali trilogie della serie cinematografica, naturalmente con tutto l’umorismo a cui ci hanno abituato le produzioni con i mitici mattoncini.

In preparazione all’imminente day-one del titolo, abbiamo avuto la possibilità di partecipare a una presentazione e a una sessione di prova gameplay di un’ora, nella quale è già apparsa evidente la grande ambizione di TT Games di creare il tributo videoludico definitivo alla serie ideata da George Lucas.

Scopriamo insieme dunque cosa aspettarci dal prossimo grande titolo con i mitici mattoncini e costruzioni di stampo danese.

Tanto tempo fa, in una costruzione lontana lontana…

La nostra prova ci ha permesso di rivivere esclusivamente Episodio IV: Una Nuova Speranza, ma gli sviluppatori ci hanno assicurato che durante la release completa del gioco i fan potranno scegliere liberamente da quale trilogia iniziare la propria avventura.

Questo significa che i giocatori saranno in grado di selezionare il primo capitolo della trilogia originale, prequel e sequel, decidendo liberamente in che ordine riscoprire La Saga degli Skywalker in base alle proprie preferenze.

 

Ed è proprio la libertà di scelta la parola chiave alla base di questa nuova produzione: TT Games ci ha infatti spiegato di aver voluto lavorare approfonditamente all’immersione dei videogiocatori, consentendo loro di poter sempre scegliere anche il modo in cui completare i diversi livelli di gioco.

Questo aspetto è stato evidente anche durante la nostra prova, dove in più di un’occasione il titolo ci ha chiamato a scegliere quale strada intraprendere per proseguire il livello, scegliendo se proseguire su una via pericolosa o più sicura, oltre a premiare costantemente l’esplorazione dei giocatori con tanti segreti e divertenti easter egg tutti da scoprire.

La telecamera ravvicinata vi porterà nel pieno dell'azione.

La vera novità di LEGO Star Wars La Saga degli Skywalker risiede però nella sua telecamera, adesso molto più vicina al giocatore invece di presentarsi a distanza come nei precedenti videogiochi: una scelta che gli sviluppatori ci spiegano essere stata fatta per far sentire i giocatori ancora più nel vivo dell’azione.

In aggiunta a questa scelta, il gameplay di combattimento è stato completamente rivisto, offrendo ora la possibilità di concatenare molteplici combo e spezzare perfino le guardie nemiche: non si tratta di un sistema eccessivamente complicato e il rischio che il tutto si traduca in un semplice button mashing è elevato, ma ancora una volta la possibilità di creare le proprie combinazioni di attacchi dimostra la grande volontà di rendere ogni avventura davvero unica.

La saga di Guerre Stellari include però tanti personaggi diversi gli uni dagli altri, presentando non solo i potenti Jedi e Sith, ma anche ribelli, Stormtrooper e perfino i droidi: per riflettere tale diversità, TT Games ha deciso di assegnare a ciascuna classe caratteristiche uniche, ideali non solo per risolvere eventuali puzzle e missioni secondarie, ma anche per fornire una maggiore varietà al gameplay stesso.

I droidi protocollari come C-3PO potranno per esempio accettare le missioni intergalattiche, dato che possiedono l’abilità di interpretare molteplici lingue, i Jedi e i Sith potranno utilizzare le vie della Forza in molteplici modi, gli Stormtrooper imperiali avranno a disposizione armi esplosive e così via. Queste abilità si rifletteranno anche nel completamento dei livelli stessi, lasciando ai giocatori la possibilità di sperimentare con diverse soluzioni per proseguire la storia.

La trama di Star Wars viene narrata fedelmente... ma con un po' di sano umorismo.

Un aspetto particolarmente interessante è visibile con i personaggi che possiedono armi da fuoco, come Leia Organa o Han Solo: in questo caso, la visuale di gioco si trasformerà in quella di uno sparatutto in terza persona e vi offrirà la possibilità di mirare in modo preciso alle parti del corpo dei vostri nemici.

Questo vi permetterà di mirare ai punti deboli dei boss, ma anche a precise parti del corpo di Stormtrooper e altri cattivi presenti nel gioco: così facendo saremo in grado di infliggere maggiori quantità di danni. Potremo anche utilizzare questa meccanica per studiare il terreno di scontro e liberarci di soldati particolarmente fastidiosi, come i cecchini posizionati nelle piattaforme più elevate.

La Forza scorre potente nei LEGO

La nostra affiliazione influenzerà anche il modo in cui il mondo di gioco reagirà nei nostri confronti: per esempio, i droidi non verranno visti come minacce e non saranno attaccati, a meno che non siano loro a farlo per primi, ma lo stesso ragionamento vale per uno Stormtrooper (o uno degli eroi travestito come una delle truppe d’assalto imperiali) in presenza dei propri simili.

Il team ha dunque deciso di offrire non solo livelli lineari per il completamento delle storie che i fan conoscono pienamente, ma anche un mondo vasto da esplorare e nel quale divertirsi, con la possibilità di cavalcare anche le creature più folli visibili negli hub di gioco, ricchi di tanti contenuti extra da scoprire tra una missione e l’altra.

Potrete esplorare liberamente le location più importanti di Star Wars, tra una missione e l'altra.

Non mancheranno nemmeno le mitiche sessioni nell’esplorazione dello spazio e dei combattimenti intergalattici, che sfortunatamente abbiamo potuto osservare soltanto in un video gameplay ambientato durante Episodio VII: i giocatori avranno la possibilità di sbloccare le loro navicelle stellari preferite ed esplorare l’universo in cerca di nuove missioni e segreti, stando però attenti alle imboscate da parte delle truppe imperiali.

Completare quante più attività possibili, non solo a terra ma anche nello spazio, ci premierà con ricompense speciali che ci consentiranno di acquistare potenziamenti per ogni classe: starà ai giocatori scegliere come spendere i punti acquisiti in base ai propri personaggi preferiti: potrete sbloccarne in totale più di 300, con la possibilità di scegliere anche l’aspetto di alcuni dei protagonisti più iconici.

Quello che è apparso evidente dalla nostra breve prova sono la grande passione e il rispetto che gli sviluppatori provano per la serie di Star Wars, oltre alla voglia di poter offrire davvero un modo unico e indimenticabile di poter rivivere tutti e nove i capitoli della saga cinematografica. Nonostante le piccole rivoluzioni messe in atto, è importante naturalmente chiarire un aspetto fondamentale: resta un titolo che non ha perso assolutamente alcun aspetto di ciò che hanno reso i videogiochi della serie LEGO così amati in tutto il mondo.

C'è spazio anche per una bellissima citazione a Rogue One.

Questo significa che non solo sarà incentivato il gameplay in cooperativa con i vostri familiari o amici, ma potrete godervi un titolo ideale per i giocatori più giovani o semplicemente meno pratici, ma allo stesso tempo abbastanza profondo e ricco di citazioni per gli utenti più esperti.

La nostra prima impressione è che LEGO Star Wars La Saga degli Skywalker possa trasformarsi in una vera e propria evoluzione del franchise videoludico, che possa dunque essere preso come punto di riferimento anche per altri adattamenti con i mattoncini.

Le ambizioni sono sicuramente molto elevate, come dimostrato anche dai lunghi tempi di sviluppo, ma se l’operazione riuscirà ad andare a buon fine avremo un titolo estremamente divertente e fedele alla saga di Star Wars pronto ad aspettarci. E potrebbe essere solo l’inizio.

Versione testata: PC

In attesa del lancio di La Saga degli Skywalker, potete dare un’occhiata a tantissime proposte a tema LEGO Star Wars su Amazon.

Piattaforme: pc, ps4, ps5, switch, xone, xsx
LEGO Star Wars: La Saga degli Skywalker è una produzione che si pone l'obiettivo di diventare non solo una naturale evoluzione dei videogiochi con protagonisti i mattoncini danesi, ma anche il perfetto tributo per la saga cinematografica ideata da George Lucas. La grande enfasi data alle possibilità di scelta, all'esplorazione e all'immedesimazione dei giocatori, unite con l'umorismo a cui i videogiochi LEGO ci hanno sempre aiutato, potrebbero rendere questo prodotto un modo incredibilmente speciale di rivivere le leggendarie trilogie di Guerre Stellari. La nostra breve prova ci ha convinto e le premesse sembrano sicuramente convincenti: non ci resta che attendere il lancio vero e proprio per scoprire se le grandi ambizioni di TT Games e Warner Bros riusciranno a realizzarsi.

Pro

  • Molta enfasi sulla libertà di scelta dei giocatori
  • L'umorismo tipico di LEGO è presente in ogni scena
  • Gameplay migliorato, senza eccessive rivoluzioni

Contro

  • Potrebbe diventare ripetitivo molto in fretta
  • La difficoltà rischia di essere eccessivamente facile