Judgment, fine dell’esilio: il gioco torna in vendita dal 18 luglio

Lo spinoso caso di Judgment è finalmente arrivato al capolinea: il gioco tornerà in vendita in Giappone a luglio

NEWS
A cura di Stefania Tahva Sperandio - 21 Maggio 2019 - 14:53

Finalmente una svolta per Judgment, il videogioco dell’universo di Yakuza che qualche mese fa era entrato in un vero e proprio limbo autoimposto, dopo l’arresto dell’attore Pierre Taki. Per slegarsi dal caso giudiziario, il publisher SEGA aveva deciso di sospendere la vendita del videogioco, cercando nel frattempo di correre ai ripari.

judgment

Ripari che, a quanto pare, sono stati trovati: la compagnia ha infatti annunciato che il gioco tornerà in vendita in Giappone il prossimo 18 luglio (la vendita era stata sospesa a marzo, quindi parliamo di ben quattro mesi di blocco), con il prezzo ridotto di circa metà per scusarsi, così, con i videogiocatori.

Il personaggio interpretato da Taki è stato sostituito dal lavoro dell’attore Miou Tanaka, in maniera tale che il nome del gioco non sia più associato al caso di droga che ha coinvolto l’attore originale.

Judgment arriverà anche in Occidente il prossimo 25 giugno, quando sbarcherà su PlayStation 4. Date un’occhiata alla nostra scheda per tutti gli ulteriori approfondimenti sul gioco.

Fonte: Videogamer.com




TAG: judgment, sega