Intel Core i5 9400 – Recensione

La nuova proposta di fascia media di Intel è la soluzione che cercavate per il vostro PC?

Recensione
A cura di Paolo Russo - 7 Novembre 2019 - 10:31

Il mercato delle CPU mid-range si sta facendo via via più spietato, specialmente con l’introduzione delle nuove Intel 9th Gen e Ryzen 3000. Ormai, costruire una build di livello medio/alto sta divenendo sempre meno costoso, grazie alla vasta disponibilità di processori selezionabili nella gamma media.

Oggi, recensiremo il nuovo Core i5 9400, inviatoci gentilmente da Intel. Presente sul mercato anche nella variante 9400F (senza GPU integrata), questa nuova unità di Intel punta a prendere lo scettro nelle configurazioni di fascia media. Riuscirà a tenere testa ad AMD, nel suo periodo più fiorito? Scopriamolo insieme nella recensione completa.

Intel Core i5 9400 – Recensione

Nella scatola di i5 9400

L’unboxing è quasi straight forward: troviamo infatti, oltre alla CPU, il classico dissipatore stock con pasta termica pre-applicata e il libretto di garanzia. Il socket FCLGA1151 rimane lo stesso delle CPU di ottava generazione, pertanto potremo installare questo i5 9400 (e tutti i processori 9th gen) nelle schede madri di generazione precedente (Z270, H270) con un update del BIOS.

Come ben sappiamo i Core i5 non sono dotati di Hyperthreading, ma offrono comunque la spinta giusta anche per le sessioni di gaming più intense. Per raffronto, la controparte AMD offre, a un prezzo leggermente superiore, il Ryzen 5 2600x, con SMT, quindi 6 cores e 12 thread. Il numero di thread non garantisce migliore efficienza in gioco e – non a caso – le prestazioni in singolo core di Intel sono leggermente superiori, il che garantisce qualche FPS in più rispetto alla diretta rivale.

Dall’altra parte i5 9400 si è dimostrato inferiore dal punto di vista della produttività, in cui, per questa fascia di prezzo, AMD regna sovrana. Per i videogiocatori è consigliata la versione F del medesimo processore, che si trova ad un prezzo decisamente più basso rispetto a quella che abbiamo oggi in prova.

Le specifiche tecniche

  • Numero di core: 6
  • Numero di thread: 6
  • Frequenza base del processore: 2,90 GHz
  • Frequenza turbo massima: 4,10 GHz
  • Cache: 9 MB Intel® Smart Cache
  • Velocità del bus: 8 GT/s DMI3
  • TDP: 65 W

Un buon compromesso tra gaming e produttività

Non essendo il moltiplicatore sbloccato, su questo processore, non si ha la possibilità di effettuare oveclock, ma ciò viene bilanciato dall’ottima frequenza in TurboBoost che arriva fino a 4.1GHz. Le performance di questa CPU si sono rivelate estremamente soddisfacenti, anche nei benchmark, dimostrandosi alla pari di un i7 di settima generazione – nello specifico il 7700K.

A livello di produttività abbiamo riscontrato risultati comparabili a quelli di un Ryzen 5 1600x, mentre i risultati single core sono leggermente superiori rispetto a Ryzen 2600x. Vediamo benchmark di riferimento per vedere come si comporta la CPU Intel.

Intel Core i5 9400 – Recensione

Con Cinebench R20 la CPU si è comportata egregiamente, ottenendo un punteggio di 2400. Le temperature si sono rivelate più che accettabili, con picchi di 70 gradi in full load.

Un altro benchmark significativo è Geekbench 5, di cui proponiamo di seguito i risultati:

Intel Core i5 9400 – Recensione

Anche in GeekBench la nuova CPU di Intel si è comportata molto bene, eguagliando i risultati di Ryzen 2600, anche in multi-core. Per il prezzo proposto, il 9400F si rivela quindi una scelta eccellente.

E la GPU?

Parliamo un attimo della GPU integrata: la UHD 630 consente di giocare a 900p a diversi tra gli ultimi titoli usciti sul mercato. I MOBA, così come i giochi competitivi, sono gestiti abbastanza bene dalla scheda integrata, pur non essendo al livello dei processori Ryzen G. Il bello si vede però nel momento in cui si inserisce una GPU discreta: al prezzo di 140€, i5 9400 si comporta meglio di ogni CPU nella stessa fascia di prezzo, garantendo performance eccezionali in qualsiasi gioco moderno.

Questa, per riferimento, la nostra configurazione di prova:

  • Intel Core i5 9400
  • NVIDIA Geforce GTX 980 4GB
  • 16GB Corsair Vengeance DDR4 @3000Mhz
  • 512GB NVME SSD

Il primo gioco testato è stato il nuovissimo Call of Duty: Modern Warfare. Essendo il nostro monitor un’unità da 75Hz abbiamo impostato il limite di frame-rate a 75fps e, con tutte le impostazioni tra “alto” ed “extra”, non abbiamo riscontrato nessun calo di frame. Tutto ciò, grazie all’ ottima efficienza in single core dell’i5 9400.

Gears of War 5 è un altro tra i titoli particolarmente pesanti, ma siamo riusciti a stare intorno ai 70 fps a “ultra” senza particolari problemi.

The Division 2, altro titolo esigente per gli hardware, non è riuscito a mettere in difficoltà la CPU, con il gioco che ha girato stabilmente sui 70 fps con impostazioni “alto”.

- Performance solide
- Dissipatore incluso nella confezione
- All-rounder al prezzo di un i3
- Manca l'Hyperthreading
- Il dissipatore è lo stesso da anni...

8.5

L’ i5 9400 in versione F rappresenta un “bang for the buck” non indifferente, in quanto il diretto rivale, il Ryzen 5 3600, si trova a un prezzo decisamente superiore e offre performance molto simili. Lo consigliamo a chi vuole costruire una build di fascia medio/alta e a chi è alla ricerca di performance solide in tutti gli ambiti a un prezzo contenuto.

Il prezzo per la versione con grafica integrata si aggira sui 200€ mentre la versione “F” (senza GPU integrata) si trova anche a 140€.
Consigliatissimo.




TAG: intel