News 2 min

Il “vero” finale di Assassin’s Creed era fuori di testa

Desmond Miles nello spazio? Proprio così.

Assassin’s Creed è una saga che negli anni ha spesso e volentieri cambiato protagonista principale, oltre che contesto storico e ambientazione principale.

Come del resto ha testimoniato anche il recente AC Valhalla, il tema principale è sempre e comunque legato a doppio filo all’Ordine degli Assassini che danno il nome al gioco.

Impossibile non dimenticare in ogni caso il primo, storico personaggio principale della saga Ubisoft, Altaïr, visto per la prima volta nel gioco uscito nel 2007 su PS3 e Xbox 360.

Ora, come riportato da GamesRadar+, sembra proprio che la trilogia originale di Assassin’s Creed (poi divenuta una saga ben più lunga e redditizia) avrebbe potuto avere un finale ben diverso da quello che abbiamo imparato a conoscere.

L’epilogo pensato inizialmente avrebbe infatti visto il protagonista Desmond Miles andare nello spazio per dare il via a una nuova civiltà.

Lo studente di cultura dei media digitali Lars de Wildt ha intervistato una serie di sviluppatori Ubisoft nel 2019 per un articolo noto come ‘Marketable religion: How game company Ubisoft commodified religion for a global audience’.

In una nota a piè di pagina all’interno di quell’articolo, de Wilt rivela che hanno messo insieme un “piano originale” per la fine della serie, affermando che il terzo gioco si sarebbe concluso con una risoluzione del conflitto nel presente, con Desmond Miles che abbatte l’Abstergo, usando la conoscenza e le abilità combinate di tutti i suoi antenati, compresi Altair ed Ezio Auditore.

Desmond non avrebbe solo abbattuto Abstergo, ma sarebbe anche fuggito dalla fine del mondo – il terzo gioco sarebbe stato ambientato nel 2012, in coincidenza con la fine del calendario Maya – in quello che il creatore originale Patrice Desilet ha descritto come “una fot*uta astronave”.

Desmond sarebbe partito quindi verso l’ignoto con l’alleata Lucy – che prendeva il nome dal famoso fossile Australopithecus – per permettere alla coppia di fungere da nuovi Adamo ed Eva per una nuova civiltà.

Parlando ancora di Assassin’s Creed, avete letto che Ubisoft ha deciso di fare un gradito regalo ai giocatori (ma per poco tempo)?

Ma non solo: un fan ha creato dal nulla una sorprendente replica dell’originale scudo celtico visto proprio in Valhalla.

Per concludere, ricordiamo anche che la prossima espansione di Valhalla sarà L’Alba di Ragnarok, prevista in uscita a partire dal 10 marzo prossimo.

Volete recuperare in modo pratico, e risparmiando qualcosa, gli ultimi tre capitoli di Assassin’s Creed? A questo link trovate un pratico bundle che racchiude Origins e Odyssey.