News 2 min

Il figlio di Zelda più bello ha una data (ed è molto vicina)

XEL arriva a luglio e sembra davvero una lettera d'amore ai classici Zelda.

Il sequel di The Legend of Zelda Breath of the Wild è stato rinviato alla primavera del 2023, ma a quanto pare a breve ci sarà modo di ingannare l’attesa con uno Zelda-like davvero molto interessante.

Se i fan del primo capitolo su Switch (che trovate su Amazon a prezzo davvero interessante) attendano il vero ritorno di Link, alcuni figli illegittimi aiuteranno.

Il rinvio di Breath of the Wild 2 brucia ancora, ma a quanto pare questa estate i giocatori potranno mettere le mani su XEL.

Messo in piedi dallo sviluppatore Tiny Roar e dal publisher Assemble Entertainment, il gioco era già stato mostrato lo scorso mese di marzo, lasciando tutti piacevolmente colpiti.

Ora, come riportato anche Nintendo Life, i creatori del gioco hanno confermato la data di uscita del loro prossimo titolo RPG d’azione, che arriverà su Nintendo Switch, Xbox Series X|S, PlayStation 4, Xbox One, PC Windows e PlayStation 5 il prossimo 14 luglio 2022.

Il gioco è stato precedentemente descritto come una lettera d’amore ai classici titoli della saga di The Legend of Zelda, con un gameplay isometrico caratterizzato da dungeon, bestie da affrontare e un cast di personaggi unici con cui dialogare.

Poco sotto, trovate anche un nuovo trailer che mostra XEL in azione (il gioco ricorda molto da vicino i classici A Link to the Past e A Link Between Worlds).

Il gioco ci farà vestire i panni di Reid, il quale dopo aver purtroppo perso la memoria, finisce per naufragare su un pianeta misterioso e ricco di insidie.

Una volta lì l’eroe sarà chiamato ad attraversare pericolose lande inesplorate per conoscere la verità sul suo passato, incontrando un cast di personaggi unici e viaggiando attraverso il tempo e lo spazio.

Restando in tema, alcune settimane fa sulle nostre pagine vi abbiamo fatto leggere la lista dei migliori Zelda-clone mai usciti.

Ma non solo: avete avuto modo di ammirare la versione creata da un fan dello storico Zelda Wind Waker, ma in Unreal Engine 5?