News 2 min

Il direttore artistico di God of War Ragnarok mostra il vecchio Kratos senza barba

Il direttore artistico di God of War Ragnarok Raf Grassetti ha condiviso delle immagini di Kratos prima che venisse applicata la sua barba.

God of War Ragnarok, la nuova avventura di Kratos e Atreus, è disponibile da una manciata di giorni, sebbene continuino a emergere dettagli e curiosità sul gioco.

L’atteso sequel del gioco d’azione e d’avventura uscito nel 2018 (che trovate anche su Amazon a prezzo molto interessante) è disponibile su PS4 e PS5 dallo scorso 9 novembre.

Kratos è quindi tornato alla ribalta dopo il lancio del gioco, spoiler a parte, risultando essere un personaggio immediatamente riconoscibile che incute timore a chiunque incroci anche solo il suo sguardo.

Ora, come riportato da The Gamer, il direttore artistico del gioco, Raf Grassetti, ha condiviso diversi anni fa delle immagini di Kratos prima che venissero applicati i diversi strati per rendere il personaggio fatto e finito, inclusa la barba.

In una delle immagini condivise da Grassetti, vediamo infatti il Dio della Guerra a volto scoperto, senza texture e senza nemmeno la sua ormai iconica barba, rendendolo completamente impreparato ad affrontare i nove regni.

L’assenza di peluria sul viso potrebbe essere la cosa più sorprendente di questo cosiddetto Kratos “incompleto”. Sebbene senza barba il personaggio perda sicuramente parte del suo fascino, i fan della saga originale nata su PS2 non potranno non sorridere nel vederlo.

Poco sotto, il tweet originale di Raf Grassetti.

Le immagini condivise da Grassetti sono certamente molto suggestive, tanto che sarebbe affascinante potere un giorno riscoprire Kratos ai tempi delle sue prime avventure, in cui la barba non era di certo un tratto distintivo del personaggio.

Restando in tema, su SpazioGames abbiamo da poco pubblicato la classifica dei migliori e peggiori capitoli della saga di God of Waravete avuto modo di leggerla?

Infine, la nostra recensione di Ragnarok, che trovate a questo indirizzo, vi ha reso noto a chiare lettere che si tratta della «prorompente evoluzione del capitolo precedente, in grado di migliorare a tutto tondo ogni caratteristica di gioco fino a potenziarla in maniera grandiosa e inappuntabile».