Humankind | Anteprima Gamescom 2019

Amplitude e Sega ci presentano la loro idea di strategico

Anteprima
A cura di Nicolò Bicego - 23 Agosto 2019 - 11:41

Gli strategici a turni sono sicuramente uno dei generi più amati dai giocatori PC, ma sono anche un genere in cui è difficile portare delle innovazioni sostanziose che sappiano davvero imprimere un cambiamento duraturo ad una tipologia di gioco fortemente ancorata alla sua tradizione. Il team di Amplitude, tuttavia, intende tentare di fornire una nuova visione, grazie ad un progetto al quale alcuni membi del team stavano pensando da ormai otto anni, al punto da definirlo il loro “dream project”. Grazie al contributo di Sega, questo sogno è finalmente destinato a diventare realtà. Si tratta di Humankind, titolo che si propone di raccontarci la (nuova) storia dell’umanità, dall’età del bronzo fino all’era moderna.

Fusione ed integrazione

Partiamo subito con una doverosa premessa: Amplitude non intende riscrivere le fondamenta degli strategici a turni. Se conoscete il genere, troverete un’interfaccia estremamente familiare, così come familiari saranno anche le azioni che dovrete compiere sulla mappa di gioco. Il vostro obiettivo sarà quello di fare espandere la vostra tribù, di farle costruire villaggi, città e di portarla, infine, a prosperare ed eventualmente dominare le altre culture presenti. Ciò che differenzia Humankind dagli altri titoli del genere, è l’inedita possibilità di mescolare differenti culture all’interno della propria civiltà.

Per capire meglio, facciamo un passo indietro. La storia della nostra civiltà inizierà nell’età del bronzo, in cui avremo a disposizione una manciata di uomini per cominciare la conquista del dominio sulla natura da parte della specie umana; quando avremo raggiunto un certo grado di espansione, tramite la costruzione di una città o tramite il raggiungimento di un certo numero di individui nella nostra popolazione, uno skip temporale ci porterà a selezionare un popolo tra quelli dell’età arcaica: avremo a disposizione dieci culture tra cui assiri, babilonesi, egizi, fenici e così via. Ogni cultura, ovviamente, ha delle caratteristiche peculiari, che la rendono più forte sotto certi aspetti e più debole sotto altri; starà a noi scegliere che tipo di società costruire, basandoci sui punti di forza della nostra cultura.

Humankind | Anteprima Gamescom 2019

Il gioco è diviso in sei ere, e in ciascuna di esse saranno presenti altre dieci culture. Ed è qui che arriva la grande novità. Sebbene le culture siano storicamente accurate, viene introdotta la possibilità, andando avanti in questa storia dell’uomo alternativa, di fondere le diverse culture che scegliamo per ogni era. Questo significa che quando arriveremo all’era moderna, potremo ancora vedere i segni della nostra eredità egizia, ad esempio. Gli sviluppatori hanno giustamente sottolineato come la storia dei paesi umani non sia una storia fatta di isolamento e tradizione (tranne rarissime eccezioni), ma di spostamenti, integrazione e cambiamenti. Humankind vuole riflettere proprio questo aspetto della storia umana: non avremo quindi una sola cultura, quella scelta all’inizio, farsi avanti per dominare il mondo intero, ma la vedremo fondersi con altre culture successive, dando vita a delle fusioni inedite, che avremmo potuto vedere se gli eventi della storia avessero preso una piega diversa rispetto a quella che conosciamo.

L’unione fa la forza

Come dicevamo, la storia umana è fatta di scambi culturali tra diversi popoli, che hanno permesso a ciascuno di imparare il meglio degli altri e farlo proprio. Questa idea viene, in un certo senso, mantenuta in Humankind. Vi abbiamo detto che ogni cultura ha dei punti di forza e delle debolezze; la scelta delle culture successive vi permetterà di andare a coprire quei punti deboli, quei fianchi scoperti che potrebbero rivelarsi fatali di fronte alla presenza di un nemico pronto ad invaderci. Nelle battaglie, peraltro, potremo ritrovarci anche a schierare unità del passato: ad esempio, nella demo che ci hanno mostrato gli sviluppatori hanno contrapposto, al fianco di soldati tedeschi della prima guerra mondiale, dei soldati romani armati di scudo. Ovviamente, verrà il momento in cui le vecchie unità diventeranno obsolete e non potranno più dire la loro in un mondo che le ha ormai abbondantemente superate; per capirci, i soldati armati di scudo non saranno in grado di abbattere un carro armato. Tuttavia, potrebbero esserci situazioni in cui le vecchie unità potranno ancora rivelarsi inaspettatamente utili.

Humankind | Anteprima Gamescom 2019

La componente strategica della battaglia sarà importante nella modalità campagna del gioco, ma lo sarà ancora di più nella componente multigiocatore. Potremo giocare con un massimo di sette amici online, ed in questo caso potrebbe rivelarsi fondamentale la collaborazione con un altro giocatore per sopperire alle mancanze della nostra cultura. Non ci è stato mostrato alcunché del multigiocatore, con la promessa che molto verrà rivelato nel corso dei prossimi mesi. Anche per altri punti importanti del gameplay, come gli scambi commerciali, la diplomazia, i sistemi religiosi, etc. gli sviluppatori hanno rimandato le spiegazioni a data da destinarsi.

Purtroppo, dovremo pazientare ancora a lungo: il gioco è attualmente previsto per un generico 2020 su PC e Mac. Per quanto riguarda un’eventuale versione console, gli sviluppatori non hanno voluto sbilanciarsi, dicendo semplicemente che non rientra attualmente nei loro piani ma che non è un’idea che escludono a prescindere.

- L'idea di mescolare diverse culture è interessante
- Gameplay collaudato

La nuova creatura di Amplitude e Sega ci ha stupiti; non solo per la solidità delle fondamenta di Humankind, ma anche per la voglia di portare qualcosa di nuovo nel suo genere di appartenenza. L’idea di poter mescolare tra loro diverse culture nel corso del tempo ci è piaciuta, e le innumerevoli implicazioni che ne derivano ci hanno lasciato vogliosi di saperne di più. Purtroppo, però, dovremo aspettare ancora un po’ per mettere le mani sul gioco completo; in compenso, gli sviluppatori hanno promesso nuove informazioni in arrivo sui diversi aspetti del gioco, per cui restate sintonizzati su SpazioGames per non perdevi le ultime novità su Humankind.




TAG: gamescom 2019, humankind

OffertaBestseller No. 1