News 2 min

Hideo Kojima stava per creare il “suo” videogioco di The Boys… per caso

Hideo Kojima rivela di aver pensato, in una fase preliminare, un videogioco con un concept molto simile alla serie/fumetto di The Boys.

Hideo Kojima e The Boys è un binomio che non pensavamo di volere, almeno fino a quando il game designer non ha raccontato una sua idea su Twitter.

Dopo Death Stranding, che potete recuperare su Amazon, siamo ancora in attesa di scoprire a cosa sta lavorando esattamente il game designer nipponico.

Di certo sappiamo che Kojima è al lavoro su un’esclusiva Xbox, ma la natura del progetto è ancora tutta da scoprire.

Il cui annuncio ha scatenato molte reazioni feroci, le quali dicono molto anche di noi stessi: ve lo abbiamo raccontato in un nostro SpazioGames Originals.

Se conoscete Hideo Kojima sapete che è molto attivo su Twitter ed oggi, tra una foto di un film che ha visto e un piatto che sta mangiando, il game designer ha svelato di aver pensato un concept simile a The Boys.

The Boys è lo show di Prime Video, arrivato alla terza stagione, in cui una multinazionale ha creato dei supereroi i quali fanno il bello e cattivo tempo, forti del loro essere immuni e sopra la legge.

I Super, così vengono chiamati, sono combattuti e controllati dai Boys, un gruppo di agenti federali senza scrupoli che cercano di mettere un freno alle scorribande del Patriota e degli altri “eroi”.

Violento, dissacrante e satirico – come se non di più il fumetto originale dell’autore Garth Ennis – la serie TV è uno dei successi più importanti della piattaforma di streaming di Amazon.

Nella conversazione completa su Twitter, Kojima racconta di aver iniziato a vedere la prima stagione della serie mentre stava ideando un videogioco molto simile:

«Una buddy story, con protagonista maschio/femmina, con una speciale squadra di detective che affronta nell’ombra degli eroi leggendari. Stavo pensando a Mads [Mikkelsen] come protagonista. Oggi, mentre i supereroi continuano a essere prodotti in serie nell’industria dell’intrattenimento, questo dramma doveva essere un film d’azione hard-boiled radicale, senza eroi o villain, con un umorismo sorprendentemente nero e una visione del mondo che è l’opposto di ciò a cui siamo abituati»

Premesso che ora vogliamo immediatamente vedere questo progetto, è interessante in effetti la similitudine tra The Boys e questa idea di Hideo Kojima che, in verità, non specifica essere un videogioco ma un “progetto” generico. Magari proprio un suo film, o una serie.

Tra le iniziative di Kojima, intanto, ce n’è una di beneficenza che sembra uscita da Death Stranding, e che punta ad aiutare i profughi ucraini.

Tra le cose a cui Hideo Kojima sta lavorando, che purtroppo continua a non essere il videogioco di The Boys, pare ci sia anche un misterioso horror di cui si è parlato di recente.