News 2 min

Hideo Kojima sta revisionando la trama del prossimo gioco (e la caccia agli indizi continua)

I fan stanno tentando di trovare un collegamento tra i diversi oggetti presenti nella scrivania del game director

Dati i natali a Death StrandingHideo Kojima si è messo al lavoro sul suo prossimo progetto, come vi avevamo anticipato qualche giorno fa, quando il game director aveva annunciato di essere impegnato sulla stesura della trama – accompagnando alle sue parole l’immagine della sua scrivania, sulla quale (legittimamente, considerando quanto Kojima ami i teaser) gli appassionati sono subito partiti a caccia di indizi.

In caso siate tra coloro che stanno cercando di collegare i puntini, sappiate che Kojima sta continuando e, di tanto in tanto, aggiorna i follower su Twitter, facendo sapere come vanno le cose sui lavori – e aggiungendo dettagli sulla scrivania.

hideo kojima

In un cinguettio ha scritto «anche oggi ho lavorato alla trama», precisando che aveva pensato di andare a pranzo fuori, ma di aver rinunciato per la troppa coda. Il tutto, mentre un’altra paperella di gomma (e diverse altre cose) ha fatto la sua comparsa sulla scrivania.

Era poi arrivata un’altra foto, in cui mentre mangiava Kojima affermava di essere ancora al lavoro. L’intero sfondo, in questo caso, era fuori fuoco, ma l’unico oggetto vicino al focus della foto era quello che sembrerebbe un criptobionte (le creaturine commestibili di Death Stranding), con sopra un uomo che sembra avere una benda nell’occhio destro (Big Boss da Metal Gear?).

Infine, poche ore fa l’autore ha fatto sapere di essere al lavoro per «revisionare la trama», il che lascia supporre che ne abbia scritto lo scheletro e stia ora dedicandosi agli aggiustamenti. Sulla scrivania tornano in evidenza il volto di Reedus con il copricapo di Maleficent, la statuetta di La Donna Bionica (Lindsay Wagner), il coltello tattico, le paperelle, cianfrusaglie varie, il teschio di un primate e una statuetta di Ludens (la mascotte della software house) in variante femminile.

In caso doveste riuscire a collegare qualche puntino, fatecelo sapere. Noi, per il momento, ci accontentiamo di aspettare annunci ufficiali.

Nelle scorse settimane, Kojima e l’art director Yoji Shinkawa avevano parlato del futuro della software house nipponica, anticipando l’intenzione di dedicarsi a più media (compresi anime e film) e l’idea di lavorare a mondi ben più sopra le righe di quello di Death Stranding. Attendiamo quindi di scoprire cosa i due artisti stiano preparando.

Fonte: Hideo Kojima