News 2 min

God of War Ragnarok spaventa gli sviluppatori? Potrebbero esserci altri rinvii in arrivo

L'uscita di God of War Ragnarok sembrerebbe aver messo paura a molti sviluppatori, secondo alcune indiscrezioni.

God of War Ragnarok è certamente uno dei prodotti più attesi dal pubblico videoludico per il 2022: un’esclusiva PlayStation di profondo spessore, tenendo in considerazione anche il grande successo ottenuto dalla precedente avventura di Kratos, che potrebbe avere come conseguenza quella di concentrare su di sé tutte le attenzioni del mercato.

Per questo motivo, in un 2022 sempre più incerto e che ha ormai visto il rinvio di molteplici videogiochi, sembra proprio che l’uscita a novembre di God of War Ragnarok (potete prenotarlo al prezzo minimo garantito su Amazon) potrebbe aver spaventato gli sviluppatori, che avrebbero in mente di lasciare maggiore spazio alla nuova esclusiva PlayStation.

Effettivamente, proprio pochi giorni fa vi avevamo segnalato l’ennesimo rinvio di Marvel’s Midnight Suns, inizialmente previsto per fine 2022 ma che adesso uscirà entro la fine dell’anno fiscale: non è chiaro se l’avventura di Kratos sia coinvolta o meno, ma è l’ennesimo segnale di un anno pieno di incertezze.

Stando a quanto riferito da Tim Gettys di Kinda Funny (via ComicBook), questo rinvio potrebbe non essere l’unico in arrivo: dopo aver parlato con diversi sviluppatori, sembra sia infatti emerso quanto faccia paura l’ultima esclusiva di Sony Santa Monica.

Gettys ha infatti ammesso di essere rimasto «scioccato» dalle affermazioni che gli avrebbero rivolto determinati sviluppatori, manifestando la loro intenzione di «tirarsi fuori» da finestre di lancio eccessivamente vicine.

Se le sue affermazioni fossero effettivamente confermate, nelle prossime settimane potremmo dunque assistere a nuovi annunci di improvvisi rinvii al 2023, lasciando così pienamente spazio a God of War Ragnarok.

Ricordandovi naturalmente che non è stato fatto alcun nome specifico in proposito, né che è arrivato alcun comunicato ufficiale da parte dei team di sviluppo potenzialmente interessati, vi ricordiamo di prendere tali affermazioni con le dovute precauzioni: vi terremo prontamente aggiornati sulle nostre pagine con tutti gli ultimi sviluppi.

Se le indiscrezioni fossero però confermate, non sarebbe particolarmente sorprendente: Elden Ring potrebbe essere servito da lezione a tanti sviluppatori, che non vorranno fare la fine di Horizon Forbidden West e altri titoli, rischiando di finire sotto lo “schiacciasassi” del momento.

Sappiamo però che Ubisoft non dovrebbe far parte di questi: il suo Skull and Bones non teme infatti l’uscita ravvicinata con God of War Ragnarok. Che questa strategia si riveli o meno vincente, sarà naturalmente solo il mercato a stabilirlo.