News 2 min

Gli sviluppatori puntano il dito: «ecco perché i nostri giochi ritardano»

Cyberpunk 2077 ha fatto scuola, in un certo senso.

Il lancio travagliato di Cyberpunk 2077 è stato da più parti definito come un campanello d’allarme per tutto il settore, al punto da giustificare il ritardo di moltissimi altri titoli.

Il titolo di CDPR (che potete acquistare con consegna rapida su Amazon) è stato infatti un gioco che verrà ricordato anche e soprattutto per alcuni gravissimi errori in fase di comunicazione.

Nonostante il titolo abbia recuperato gran parte del terreno perduto anche grazie a degli ottimi dati di vendita, è pur vero che il suo lancio disastroso ha in ogni caso lasciato il segno.

Come riportato anche da The Gamer, infatti, molti sviluppatori hanno deciso di non ripetere gli errori commessi da CD Project RED (o da EA con Battlefield 2042).

Quelli sopra citati sono infatti solo un paio di esempi citati da alcuni principali sviluppatori del settore come una vera e propria lezione da cui imparare.

Sebbene sia ancora possibile rispettare le scadenze, sempre più spesso un gran numero di developer sono meno disposti a lanciare un titolo se questi non appare davvero in forma smagliante.

«Abbiamo dato un’occhiata a quello che è successo a Cyberpunk 2077 e abbiamo pensato ‘sì, ritardiamo il nostro gioco’», ha dichiarato a GamesIndustry un anonimo director statunitense.

«CD Projekt è uno degli studi di giochi più rispettati al mondo. E hanno pubblicato un gioco così mal funzionante che Sony lo ha ritirato dal proprio negozio digitale. È una cosa senza precedenti. È umiliante

E ancora, «sapevamo che il nostro gioco non era nelle migliori condizioni, forse avremmo potuto sistemarlo con un aggiornamento al day one… ma abbiamo visto Cyberpunk e abbiamo deciso che non valeva la pena rischiare. Sospetto che sia stato un campanello d’allarme per tutto il settore

Ultimamente, Bethesda ha ritardato Starfield all’anno prossimo, poco dopo aver riferito che il team temeva che il suo RPG spaziale potesse essere il ‘prossimo Cyberpunk’.

Lo studio ha deciso di allontanarsi dal piano iniziale, nonostante il boss Todd Howard avesse precedentemente dichiarato di essere fiducioso sulla data di uscita del suo ambizioso titolo spaziale, originariamente prevista per la fine dell’anno.

Anche un altro gioco come Prince of Persia Le Sabbie del Tempo Remake è caduto nella trappola dei rinvii dopo un reveal non propriamente eclatante, visto che ad oggi latita una data di rilascio.