News 2 min

Ghost of Tsushima, tutte le novità mostrate allo State of Play!

Impressionante!

In occasione dello State of Play, Sony e Sucker Punch hanno finalmente mostrato quasi 20 minuti di gameplay di Ghost of Tsushima, grazie al quale abbiamo finalmente potuto ammirare nel dettaglio le caratteristiche del gioco.

Esplorazione di Tsushima:

Il titolo si propone come un classico open world, nel quale però saranno i vari elementi dell’isola a guidarci: segnali di fumo, il vento (che ci indirizzerà verso l’obiettivo della missione) e tutta una serie di animali selvatici che ci condurranno in zone segrete.

Sarà ovviamente possibile muoversi velocemente a cavallo, con la possibilità di incontrare bestie feroci sul nostro cammino e raccogliere oggetti per strada (come legna e bambù). Potremo anche trovare alcuni edifici abbandonati al cui interno si nascondono oggetti rari.

Jin:

Il gioco non avrà un protagonista con uno stile preimpostato: potremo infatti scegliere se approcciarci all’azione in modalità Samurai, con la possibilità di sfidare altri guerrieri in duelli 1 contro 1, oppure da Spettro, grazie al quale il gioco guadagnerà dei classici connotati da stealth game.

Potremo usare l’arco, gli shuriken e i kunai, oltre a un utile rampino per raggiungere le posizioni più elevate.

Personalizzazione:

Come spiegato poco sopra, l’armatura del protagonista avrà dei vantaggi puramente meccanici, prima ancora che estetici, visto che esplorando il mondo di gioco troveremo amuleti che miglioreranno le abilità del giocatore.

Inoltre, alcuni fiori che troveremo sul nostro cammino ci permetteranno di colorare a piacimento l’armatura, dando quindi sfogo alla nostra fantasia.

Modalità foto:

Il Photo Mode di Ghost of Tsushima promette di essere una versione avanzata rispetto a quanto visto in giochi simili: la possibilità di optare per una correzione della palette di colori, questa andrà di pari passo all’inclusione di sfondi animati e una colonna sonora scelta dall’utente.

Il risultato, sarà quello di veri e propri quadri in movimento. Inoltre, è stata confermata la presenza di dialoghi recitati interamente in lingua giapponese (ovviamente, con sottotitoli in una lingua a noi comprensibile).

Cinema Samurai:

Ciliegina sulla torta, gli sviluppatori hanno offerto la possibilità di giocare tutta l’avventura in bianco e nero, in perfetto stile Akira Kurosawa: (regista de I sette samurai e Ran). Sicuramente, un’aggiunta che farà la gioia degli appassionati di questo particolarissimo – e affascinante – periodo storico.