News 2 min

Ghost of Tsushima Director’s Cut, l’upgrade fa infuriare gli utenti PS5

Gli utenti Sony sono rimasti scottati dalla scelta dell'azienda

La notizia dell’arrivo di Ghost of Tsushima Director’s Cut il 20 agosto su PS5 e PS4 è giunta questa settimana, generando una nota di malcontento nella community per un motivo specifico.

L’action adventure di Sucker Punch ambientato nel Giappone feudale ha saputo sorprendere per le sue ambientazioni di stampo cinematografico e per una storia appassionante.

Il titolo ha conquistato i fan al punto che in molti sono pronti all’annuncio di un sequel che, secondo alcune voci non confermate, potrebbe arrivare entro l’anno.

Intanto la box art del titolo è cambiata, e questo cambiamento ha portato con sé una sorpresa che ha dato il via a una serie di supposizioni relative alle piattaforme sulle quali il titolo potrebbe giungere in futuro.

 

Come abbiamo detto in apertura, Ghost of Tsushima Director’s Cut sarà disponibile su PS4 e PS5, ma se decideremo di acquistarla su console old-gen ed effettuare l’upgrade su next-gen, saremo costretti a pagare $9,99 (che probabilmente verranno convertiti in €9,99).

Se invece vorremo passare dal gioco base per PS4 alla Director’s Cut per PS5, saranno necessari $29,99 (anche qui si tratterà verosimilmente di €29,99).

Come ultima eventualità, se dovessimo decidere di effettuare un upgrade della versione PS4 rimanendo sulla stessa console, ci verrà chiesto un corrispettivo di $19,99

Il pagamento di questa “tassa” destinata (nel primo caso) a un prodotto che i giocatori possiedono già, ha creato un’ondata di malcontento nella community, riversatasi in massa nella sezione commenti del profilo Twitter di Sucker Punch (via PushSquare).

Il fatto che alcuni titoli come Metro Exodus consentano di effettuare un upgrade gratuito ha suscitato la rabbia dei fan, che in questo caso sarebbero costretti a sborsare una cifra vista come non necessaria.

Anche Bethesda ha messo a disposizione un upgrade senza costi aggiuntivi per Doom Eternal, così come avvenne per Marvel’s Spider Man Miles Morales al lancio di PS5, ed è quindi comprensibile che la scelta di Sony abbia fatto preoccupare gli utenti per il futuro dei loro prodotti preferiti.

Ricorderete certamente l’annuncio, arrivato nel corso della Summer Game Fest 2021, di Death Stranding Director’s Cut: sembra che oltre al gioco di Hideo Kojima e Ghost of Tsushima, Sony avrebbe in mente di sottoporre altri prodotti allo stesso trattamento.

Il titolo di Sucker Punch ha ricevuto un riconoscimento di cui andare fieri, e qualche settimana fa Assassin’s Creed Valhalla lo ha seguito aggiudicandosi un nobile compito.

L’action adventure ha avuto anche il merito di aiutare un giocatore inglese a vincere un quiz televisivo trasmesso nel  Regno Unito, nel corso del quale è stato chiesto al concorrente di rispondere a una domanda sull’invasione mongola.

Se il lavoro di Sucker Punch fa per voi, potete recuperare Infamous Second Son grazie al prezzo proposto da Amazon.