Ghost of Tsushima: l’arma, il vento e il ciclo giorno/notte spiegati

Sucker Punch risponde alle domande dei giocatori!

A cura di Marcello Paolillo - 30 Maggio 2020 - 14:00

Lo State of Play dedicato a Ghost of Tsushima di alcune settimane fa ha sollevato un gran numero di dubbi da parte della community, incuriositi dalle meccaniche e dalle caratteristiche uniche del nuovo open world targato Sucker Punch.

Ora, PlayStation ha raccolto una serie di quelle domande fatte attraverso i canali social, girandole poi agli sviluppatori Nate Fox e Jason Connell.

Ghost of Tsushima: l’arma, il vento e il ciclo giorno/notte spiegati

La prima cosa che i dev hanno rimarcato, è il fatto che la katana di Jin è «un cimelio di famiglia e sarà al suo fianco dall’inizio alla fine.»

La spada di Sakai sarà infatti l’arma principale del gioco, tanto che crescerà assieme a Jin nel corso dell’avventura:

Man mano che Jin diventa un temuto guerriero samurai, noto con il nome di Spettro, le sue abilità e le sue strategie cambiano insieme a lui. Imparerà a usare l’arco per abbattere nemici da lontano o ricorrerà a kunai da lancio e bombe fumogene a distanza ravvicinata. Non divulgheremo tutte le sue abilità prima dell’uscita del gioco, perché vogliamo che i giocatori possano scoprirle da soli.

Fox e Connell hanno anche parlato del flauto, «perfetto per avere un momento di serenità in cui ammirare il panorama». Ma non solo: poter usare il vento come meccanica per guidare il personaggio è stata una decisione presa sia per l’impatto visivo (decisamente originale) sia per la funzionalità dello stesso: «Lo abbiamo perfezionato ulteriormente, ampliandone l’utilità: ora è uno strumento di esplorazione che non conduce solo verso il prossimo obiettivo o un luogo indicato, ma aiuta anche i giocatori a trovare oggetti collezionabili nascosti, se lo desiderano.»

Ghost of Tsushima: l’arma, il vento e il ciclo giorno/notte spiegati

Gli sviluppatori hanno poi discusso della possibilità di combattere come un samurai o come un ninja, inclusa l’assenza di meccaniche legate al karma. Il loro obiettivo è infatti in primis quello di «raccontare solo una storia, il viaggio di Jin», oltre al fatto che i giocatori saranno liberi di comportarsi come preferiscono a ogni incontro, indossando l’armatura che desiderano o combinando parti di corazze differenti.

I giocatori potranno anche usare oggetti come le bombe fumogene anche se si ha indosso l’armatura da samurai, cosa questa che assicura una discreta libertà decisionale al giocatore.

Il ciclo giorno/notte e il meteo dinamico saranno inoltre presenti per tutta la durata dell’avventura a Tsushima, sebbene alcuni cambiamenti si verificheranno in zone specifiche in base a momenti clou della storia.

In questa notizia trovate invece la seconda parte delle risposte date dagli sviluppatori di Sucker Punch.

Fonte: PSBlog




TAG: ghost of tsushima