Gears 5: Rod Fergusson spiega il ban del fumo

"Sono stato contro il fumo dall'inizio e ho lavorato duro perché non fosse parte del nostro franchise"

News
A cura di Paolo Sirio - 14 Luglio 2019 - 16:32

Nelle scorse ore abbiamo riportato della forte presa di posizione di Gears 5, che non includerà alcun riferimento al fumo nei contenuti della storia.

La scelta, come succede sempre di questi tempi, ha diviso la community tra chi l’ha appoggiata e premiata per il coraggio, e chi l’ha vista come un atto di censura.

Rod Fergusson, studio head di The Coalition, ha voluto precisare in rete che non è stato eliminato alcun contenuto relativo al fumo, dal momento che fin dall’inizio non ne è stato previsto alcuno.

Inoltre, Fergusson ha aggiunto che “sono stato contro il fumo dall’inizio e ho lavorato duro perché non fosse parte del nostro franchise”.

gears 5

“Mai notato che la concept art di Dizzy per Gears avesse una sigaretta ma il personaggio vero e proprio non ce l’ha? Sono stato io a fermarlo”.

La sua posizione, è possibile apprendere spulciando nei suoi ultimi tweet, è dovuta alla perdita del padre fumatore quando questi aveva appena 38 anni e di diversi amici, e non punta a moralizzare quanto ad evitare la glorificazione del vizio.

Voi come la pensate su questo tema? Intanto, Gears 5 è previsto per il 10 settembre su Xbox One e PC Windows 10.




TAG: gears 5