News 2 min

Fortnite è offline in tutto il mondo: cosa sta succedendo?

Blocco mondiale per il battle royale più famoso di sempre.

Che non fosse un periodo facile per Fortnite si era capito dalla recente diatriba con Apple e Google, a seguito della rimozione del gioco dai rispettivi store per il mercato mobile.

A quanto pare, però, i guai non sono finiti: durante la serata di oggi, 14 settembre 2020, i server del battle royale sono offline in tutto il globo, senza spiegazione apparente.

Molti dataminer del gioco hanno infatti segnalato il problema, ancora senza causa scatenante. La stessa Epic si è affrettata ad avvisare del blocco la sua vasta community, grazie a un messaggio pubblicato sui canali social e che trovate poco sotto.

Stiamo indagando su problemi relativi agli accessi. Forniremo un aggiornamento non appena saranno risolti.

Vi terremo aggiornati non appena la situazione di “emergenza” rientrerà in maniera del tutto regolare.

Il blocco totale di un gioco del genere vuol dire una perdita per Epic di svariate migliaia di dollari: a maggio di quest’anno, infatti, il sito MusicMagpie (utilizzando i dati di bilancio e altre fonti chiave) ha pubblicato un tool che permette di scoprire in real-time il guadagno netto del Battle Royale più famoso di sempre.

Fortnite è infatti in grado di incassare oltre 3000 euro al minuto, grazie al supporto di una community davvero pazzesca e formata da migliaia di giocatori (disposti a spendere soldi reali per comprare skin e oggetti vari). Insomma, un fenomeno davvero senza eguali che ha fatto storia (a modo suo) nell’intero panorama videoludico mondiale.

Ricordiamo che il gioco è disponibile da diversi mesi per PCPlayStation 4Xbox OneNintendo Switch, nonostante al momento non sia più disponibile su sistemi iOS e Android.

Sapevate che Nintendo ed Epic hanno annunciato uno speciale bundle a tiratura limitata dedicato al popolare Battle Royale Fortnite? Date un’occhiata infatti alla bellissima Nintendo Switch Edizione Speciale Fortnite, composto da tanti oggetti a tema e che sarà disponibile dal prossimo 30 ottobre di quest’anno.