News 1 min

Fortnite, Epic Games fa causa ad Apple e Google

La software house ha deciso di passare alle maniere forti.

Recentemente Epic Games ha inserito la possibilità di acquistare oggetti in-game nelle versioni mobile del popolare battle royale Fortnite a prezzo scontato tramite un pagamento diretto e non passando dal sistema di fatturazione di App StoreGoogle Play. Questo ha portato Apple Google a rimuovere il gioco dai relativi store, in quanto questa procedura va contro le linee guida dei negozi virtuali.

Questa mossa ha fatto decisamente irritare Epic, la quale ha deciso di denunciare le due società per il loro comportamento monopolistico verso le terze parti. Infatti, sia Google che Apple trattengono il 30% di tutti gli acquisti in-app. Inoltre, sui dispositivi Apple non è possibile installare app ufficialmente tramite altri sistemi e la società della mela morsicata obbliga ad utilizzare il proprio sistema di pagamento, mentre sui terminali Android, sebbene sia possibile utilizzare store alternativi o installare direttamente i file .apk, Google Play rimane il negozio di gran lunga più popolare.

Ricordiamo che Epic ed il suo CEO Tim Sweeney si sono espressi piuttosto duramente verso le pratiche dei due giganti del mercato mobile nel corso degli anni. Oltre alle vie legali, la software house ha deciso di catturare l’attenzione del pubblico sulla questione con la pubblicazione di un filmato, intitolato “Nineteen Eighty-Fornite”, nel quale denuncia pubblicamente il monopolio di Apple tramite una parodia della pubblicità “1984” diffusa proprio dalla compagnia di Cupertino diversi anni fa e che vi proponiamo nel player sottostante.

Se siete appassionati di Fortnite, su Amazon trovate videogiochi e vari gadget a tema.