News 2 min

Facebook si tuffa nel cloud gaming: il suo servizio sarà gratis e ci sarà il fondatore di Naughty Dog

Anche Facebook, dopo Google e Amazon, si tuffa nel mondo del cloud gaming - e lo farà senza costi per i giocatori

Era solo questione di tempo prima che i giganti della comunicazione mettessero gli occhi sul mondo dei videogiochi. Così, Google ha lanciato il suo Google Stadia, Amazon lavora al servizio Amazon LunaFacebook è a sua volta prossima al lancio di una piattaforma da gaming in cloud, che si aggiungerà alla già esistente Facebook Gaming.

A darne notizia è The Wall Street Journal, dal quale apprendiamo che questo servizio di videogiochi in streaming funzionerà in modo simile a Netflix – con i giochi cliccabili on demand in maniera tale che possiate accedere a quelli che preferite – ma con una peculiarità: non ci saranno costi per il giocatore per questa novità su Facebook Gaming.

Come spiegato dalla fonte:

La compagnia di social media sta aggiungendo lo streaming in stile Netflix per i videogiochi alla sua piattaforma Facebook Gaming, senza nessun costo per i giocatori. Una mossa che vuole mirare all’espansione della sua libreria, per includere dei giochi più complessi e anche multiplayer.

La discriminante sarà proprio nella ludoteca che sarà resa disponibile: per il momento sappiamo che in alcune parti degli Stati Uniti gli utenti possono già mettere alla prova il servizio con Asphalt 9: Legends. Col tempo, anticipa Facebook, saranno aggiunti altri giochi e l’area geografica di disponibilità sarà ulteriormente estesa.

A dare ulteriormente forza al progetto di casa Facebook è Jason Rubin: il veterano dell’industria, celebre per essere stato co-fondatore di Naughty Dog, sta infatti lavorando da vice presidente per il gioco presso Facebook Gaming, agendo quindi in prima persona per la riuscita della nuova piattaforma di Mark Zuckerberg.

Anche Rubin sottolinea che la piattaforma sarà «istantanea, gratuita, senza abbonamenti, senza controller». Nel suo comunicato, diramato a questo indirizzo, troviamo più di un riferimento a quanto erroneamente fatto all’annuncio di Google Stadia: «noi non vogliamo sostituire la vostra piattaforma di gioco preferita» spiega Rubin, «amiamo le console e i PC, ed entrambe saranno con noi per molto tempo. Pensiamo che il cloud gaming amplierà le possibilità di accesso ai videogiochi, non che sostituirà queste piattaforme.»

Le idee di Facebook sono insomma molto chiare: un servizio che dia qualcosa in più ai giocatori, permettendo anche ai non appassionati di avvicinarsi ad alcuni titoli, senza proclami che potrebbero far storcere il naso a chi è affezionato alla tradizionale macchina su cui far girare i giochi – che si tratti di un PC o di una console.

Vediamo in quali tempi sarà estesa questa nuova funzionalità cloud di Facebook Gaming e quale sarà la risposta dei consumatori.

Se volete giocare sul vostro telefonino, trovate qui una selezione di smartphone.