News 2 min

Fable, Xbox cambia idea sulla chiusura di Lionhead: “un passo falso”

Xbox ha ammesso di aver imparato la lezione dalla chiusura di Lionhead.

La chiusura di Lionhead Studios, la software house responsabile di Fable, avvenuta nel 2016 fu sicuramente uno dei punti più difficili e controversi della recente gestione videoludica di Xbox.

Il franchise action-RPG disponibile in esclusiva per le console Microsoft, i cui capitoli sono disponibili anche su Xbox Game Pass, sta per ricevere un reboot che, come i fan ben sapranno, non sarà dunque curato dagli autori originali.

In precedenza, Phil Spencer aveva difeso la scelta di chiudere la software house, pur ammettendo che si fosse trattato di una decisione difficile da prendere, ma oggi il team Xbox non sembra essere così sicuro che sia stata la mossa giusta.

Microsoft ha infatti ammesso all’interno di un nuovo documentario diviso in 6 parti di aver gestito male la vicenda Lionhead Studios, ammettendo pubblicamente che si è trattato di «un passo falso».

Come riportato da IGN.com, il sesto episodio del documentario Power On: The Story of Xbox presenta infatti proprio una piccola sezione dedicata proprio a Lionhead Studios e alla sua spiacevole chiusura.

Shannon Loftis di Xbox ha infatti ammesso che Fable 1 fu un enorme successo, comportando la voglia del pubblico di avere ulteriori capitoli della serie: dopo Fable 2 arrivò però Kinect, l’ambiziosa periferica di Microsoft che non riuscì mai a trovare un vero legame con il franchise di Lionhead.

Il risultato finale di questa unione fu Fable The Journey: un progetto che, nonostante la grande passione del team di sviluppo, deviò fortemente dai canoni che avevano reso i primi due capitoli dei veri successi, portando in seguito all’epilogo che tutti noi conosciamo.

Phil Spencer è intervenuto sulla questione sottolineando che dall’esperienza Microsoft ha imparato un aspetto fondamentale, legato alle acquisizioni:

«Tu acquisisci uno studio per quello che è bravo a fare adesso: il tuo compito è aiutarli ad accelerare come riescono a fare ciò che fanno, e non accelerare quello che fai tu».

Una filosofia visibile anche dalle ultime acquisizioni di Xbox Game Studios: la casa di Redmond ha dimostrato di aver imparato dai propri errori e di non voler più obbligare una software house a intraprendere progetti che non sono nelle loro corde.

Anche in un nostro speciale legato alla chiusura di Lionhead e allo spiacevole epilogo di Fable Legends sottolineavamo come Microsoft sembri avere imparato la lezione: l’augurio è dunque quello che il team di Xbox riesca a proseguire su questa strada.

Ricordiamo che il nuovo capitolo di Fable verrà realizzato da Playground Games: nonostante non siano disponibili molte informazioni oltre il primo teaser pubblico, sappiamo che è attualmente in sviluppo da oltre 4 anni.

Se volete entrare nella next-gen di Microsoft e prepararvi all’arrivo di Fable, su Amazon potete acquistare Xbox Series S a un prezzo speciale.