News 3 min

Ecco Press Start, l’appuntamento per studenti che sognano di lavorare con i videogiochi

IIDEA ha annunciato l'iniziativa Press Start, che vuole aiutare gli studenti a inserirsi nel mondo del lavoro legato ai videogiochi

I videogiochi rappresentano una importante opportunità di lavoro, anche in Italia: a tal proposito IIDEA, l’associazione che rappresenta l’industria videoludica nel nostro Paese, ha annunciato il lancio di una iniziativa per gli studenti che intendono trovare lavoro con i videogiochi, in collaborazione con Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano, che sarà cultural partner dell’evento.

L’evento di cui parliamo è PRESS Start – Video Game Student Conference, che vuole raccontare ai giovani che ambiscono a lavorare nell’industria videoludica quali sono i dietro le quinte del settore.

«PRESS START – Video Game Student Conference nasce dalla volontà e dall’impegno del gruppo di aziende– tra cui 34BigThings, Milestone, Nacon Studio Milan, Reply Game Studios, Ubisoft Milan e Unreal Engine – che nell’ultimo anno hanno lavorato per creare una piattaforma di incontro e formazione per i futuri professionisti dell’industria dei videogiochi che finora mancava in Italia» ci spiega la nota ufficiale con cui IIDEA ci ha raggiunto per comunicare la nascita dell’iniziativa.

Il settore è in crescita anche in Italia: nel 2018 i professionisti che lavoravano alla produzione di videogiochi erano 1.100, il report del 2021 ci ha invece parlato di oltre 1.600 persone. Si tratta di una grande opportunità soprattutto per i giovani (il 79% degli addetti ai lavori ha meno di 36 anni) e diverse compagnie sono in crescita e in cerca di nuovi talenti.

«Lavorare nell’industria dei videogiochi: da dove iniziare? Quali sbocchi professionali offre il settore? Che competenze sono richieste per i diversi ruoli? Come candidarsi per la prima volta ad una posizione? A queste e altre domande si cercherà di dare una risposta durante la due giorni in cui sarà possibile entrare in contatto con chi lavora nel settore, incontrare i principali studi di sviluppo di videogiochi italiani e candidare i propri lavori ad una giuria specializzata» ci ha spiegato IIDEA.

La cornice di Press Start

L’evento sarà così organizzato tra talk, matchmaking e award. Apprendiamo:

«Le conferenze, tenute da professionisti dell’industria italiana, analizzeranno le diverse aree produttive: programmazione, produzione, game design, narrative design, art direction, QA e testing, musica ed effetti sonori e marketing e comunicazione».

Saranno anche possibili degli incontri personali 1:1 per l’orientamento e il recruiting con diverse realtà del settore italiane: potrete fissare gli appuntamenti con MeetToMatch, a sua volta partner di PRESS START.

Ci saranno anche i Video Game Student Awards:

«Una competizione aperta a tutti gli studenti e destinata a progetti realizzati in gruppo. Una giuria di professionisti del settore assegnerà tre diversi riconoscimenti – Fresco Award, Luna Award e Strano Award – che premieranno rispettivamente un videogioco che spicca per stile artistico, meccaniche di gioco, controlli o qualsiasi elemento che lo differenzi dai generi o videogiochi mainstream; un videogioco che propone delle basi solide per un potenziale successo commerciale; un videogioco che propone qualcosa di totalmente diverso dagli standard classici o un’idea particolarmente folle».

«PRESS START è un evento che mancava nel panorama italiano e di cui sentiamo la necessità come settore. Da un lato per rispondere al crescente interesse da parte degli studenti verso le prospettive professionali nel mondo del gaming. Dall’altro per far fronte alla crescita dell’industria locale che sta vivendo una fase di grande fermento e consolidamento, offrendo opportunità di lavoro concrete nel nostro Paese ai giovani che escono dalle università e dai corsi specializzati in videogiochi» ha spiegato Luisa Bixio, Vice Presidente di IIDEA.

«Con la creazione di una video game student conference puntiamo a chiudere il cerchio favorendo un contatto con l’industria che metta insieme i diversi anelli del sistema e possa diventare un appuntamento annuale imperdibile per studenti e imprese».

Arrivano gli Award dedicati agli studenti italiani

Anche Luca Ronchella, responsabile Gaming e Digital Interactivity presso il Museo, ha commentato l’iniziativa spiegando che «il Museo della Scienza è stato il primo museo in Italia a investire nella produzione di serious games per le sue sezioni espositive e ad utilizzare i videogame tradizionali, anche commerciali, per comunicare e promuovere il territorio e il patrimonio culturale, diffondere la conoscenza e sensibilizzare la cittadinanza. Oggi il videogioco è uno dei modi che abbiamo per fare cultura con finalità di inclusione e partecipazione attiva e come motore di cambiamento del reale».

La prima edizione di PRESS START sarà sia in presenza che online. I panel potranno essere seguiti anche comodamente in streaming, mentre gli incontri tra imprese e studenti dovranno essere svolti in presenza presso le sale del Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci.

Le registrazioni all’evento apriranno a settembre, mentre da oggi e fino al 31 agosto è possibile candidarsi ai Video Game Student Awards. Per inviare la propria candidatura e consultare il regolamento del premio, vistare la pagina disponibile a questo indirizzo.