Dragon Ball FighterZ: la situazione dopo un anno e cosa aspettarsi

By |30/01/2019|Categories: In Evidenza, Speciali|Tags: |

Dopo l’enorme successo ottenuto dal titolo, sia a livello di vendite che in ambito e-sports, Dragon Ball FighterZ è pronto per tornare ad imporsi sul mercato grazie ad un nuovo season pass. L’annuncio è stato accolto con entusiasmo e ha regalato anche una sorpresa inaspettata. A distanza di un anno dall’uscita originale, cogliamo dunque l’occasione per cercare di fare il punto e capire cosa aspettarci da questa nuova stagione.

Dragon Ball Fighter Z, jiren e videl

La situazione attuale di DBFZ

Nonostante sia riuscito a battere perfino Street Fighter nella classifica dei tornei con più partecipanti (da sempre inarrivabile per qualsiasi concorrente), il futuro sembrava essere solo roseo per il titolo di Arc System. Attualmente, però, si trova in una fase di stallo: molti organizzatori e-sports infatti hanno dichiarato che per circostanze impreviste non possono più organizzare tornei per tale titolo. In molti inizialmente avevano “puntato il dito” contro Toei, che ha però smentito il tutto rispondendo ad un utente su Twitter e sostenendo di non avere nulla a che fare con la vicenda. E’ comunque probabile che si tratti di una questione di diritti, ma legati invece alla Shueisha, casa che detiene la licenza vera e propria di Dragon Ball e di tanti altri manga. Bandai Namco e Arc System dovranno dunque lavorare per cercare di risolvere questa situazione ed impedire che il gioco possa soffrire di una imprevista morte prematura. Perchè se la scena competitiva muore, inevitabilmente i giocatori abbandoneranno il titolo per buttarsi su altro. Ciò scoraggerebbe non solo l’acquisto del secondo season pass, ma la crescita del gioco vero e proprio. Sarebbe un vero peccato, vista la storiea del gioco, e teniamo le dita incrociate in attesa che la situazione sia risolta in breve tempo.

Dragon Ball Figherz Broly e Gogeta

Cosa aspettarsi dal FighterZ Pass 2?

Tornando a noi, il  Season Pass includerà 6 personaggi nuovi (non più 8, come invece accaduto nella prima espansione), di cui ne conosciamo già 4: Jiren e Videl sono già stati mostrati e verranno rilascati a breve, mentre Broly (versione Super) e Gogeta Blue arriveranno solo in seguito e sono stati annunciati subito con il solo scopo di cavalcare l’hype legato all’ultimo film. Se Jiren, Gogeta Blue ed il nuovo Broly potevano apparire scelte scontate, la situazione è invece diversa per Videl: un’autentica sorpresa che fa capire che potrebbe arrivare davvero chiunque per coprire gli ultimi 2 slot disponibili. Metterla in combo con Great Saiyaman (Gohan) è stata un’idea geniale e si tratta di un personaggio non scontato che dà modo di mettere da parte ancora una volta il concetto di  power level. Di conseguenza, è davvero difficile riuscire a prevedere quali personaggi saranno ritenuti idonei dagli sviluppatori, e crediamo che ci sia una tendenza volontaria a puntare almeno in parte alla varietà del gameplay; noi proveremo comunque a fare delle ipotesi. Ovviamente potremmo sbagliarci completamente, ma scommettendoci il proverbiale euro, procediamo dunque ad illustrarvi le nostre “speranze” ed il perchè, secondo noi, sarebbero aggiunte meritevoli al roster.

Jiren

Le nostre ipotesi come futuri DLC

Kefla: Insieme a Videl, porterebbe ad un aumento delle “quote rosa” all’interno del gioco. Non ci sono tanti combattenti femminili che riescono a distinguersi nell’universo di Dragon Ball, e la fusione di Kale e Caulifla sarebbe il personaggio perfetto in tal senso. Un personaggio proveniente da Super e che ha rappresentato una seria minaccia per Goku, al punto da costringerlo ad attivare l’Ultra Istinto Omen: Kefla ha tutte le carte in regola per poter essere una delle nuove aggiunte, al punto che tante persone si aspettavano di vederla già all’interno del primo season pass. Chissà che questa non sia dunque la sua occasione. Sarebbe il secondo combattente proveniente dall’Universo 6, andandosi ad unire a Hit.

Goku Ultra Istinto: In molti si aspettavano di vederlo rivelato insieme a Jiren e quest’assenza ha fatto calare definitivamente le speranze di poterlo giocare all’interno di FighterZ. Noi ci permettiamo di dissentire: questo non significa che sia completamente fuori dai giochi e dato che la trasformazione Ultra Istinto è attualmente la più potente ed è stata determinante per il successo all’interno del Torneo del Potere, avrebbe solo senso introdurla all’interno del gioco. Per motivi di bilanciamento, potrebbe venire introdotta la forma “Omen”, riservando magari la forma “Mastered” unicamente come parte di una super mossa (similmente a quanto accade per la trasformazione in SSJ3), dato che Goku non è ancora in grado di controllarla pienamente. Per questo motivo potrebbe venire ipoteticamente associato a Kefla e non risultare affatto fuori posto. Un punto a sfavore potrebbe essere il fatto che “ci sono già troppi Goku“, ma riteniamo che questa forma possa essere giocata in maniera completamente diversa dai Goku standard, e non correrebbe il rischio di risultare come un doppione.

Videl e Gohan

Roshi: Il maestro di Goku è l’unico combattente dell’universo 7 ad aver partecipato al Torneo del Potere ma ad essere ancora assente dal roster. Non c’è bisogno che vi spieghiamo la sua importanza ed il perchè sarebbe ben accolto dalla fanbase: a suo sfavore dobbiamo però evidenziare la sua impossibilità ad utilizzare il volo, feature chiave del combattimento di FighterZ. Se davvero volessero introdurlo, siamo però certi che Arc System sarebbe in grado di trovare una soluzione adeguata al problema. Ci aspettiamo che eventualmente appaia nella sua forma “standard” e che utilizzi la forma al 100% solo come parte di una delle sue super mosse.

Janemba: Uno dei villain più popolari della serie e che fu determinante per l’introduzione di Gogeta. Il fatto che non sia “canon” non rappresenterebbe un ostacolo, data la presenza del Broly originale e di Cooler, altri villains popolari non ufficiali. Molti fan lo chiedevano a gran voce già nel primo season pass nella sua forma Super e continuano attualmente a sperare nella sua introduzione: vedremo se saranno accontentati. Il suo fighting style è completamente unico e rappresenterebbe una graditissima aggiunta al roster. Anche la futura presenza di Gogeta gioca indubbiamente a suo favore, anche se non sarà la versione Super Saiyan originariamente affrontata.

Raditz: Se Arc System è riuscita a caratterizzare così bene Nappa, siamo certi che sarebbero in grado di fare lo stesso anche con Raditz. Il fratello malvagio di Goku è da sempre una delle più grandi “occasioni sprecate” nel lavoro di Toriyama, un fattore che gli ha permesso di guadagnarsi un “cult following” ed anche qualche approfondimento al suo personaggio in altri adattamenti videoludici. La sua potenza reale sarebbe irrilevante, dato il contesto storico di FighterZ: conterebbe solo rendere giustizia al suo personaggio. E completerebbe anche il trio originale insieme al già citato Nappa e Vegeta: trattandosi di un fighting game prevalentemente 3 vs 3, non è un fattore da sottovalutare. Gioca inoltre a suo favore essere stato il primo vero nemico affrontato in Dragon Ball Z.

Se si riusciranno a risolvere i problemi legati all’assenza dei tornei (presumibilmente dovuti alla licenza del franchise), Dragon Ball FighterZ ha tutte le possibilità per tornare nella scena competitiva e far tremare i capisaldi del genere picchiaduro. E’ difficilissimo capire cosa aspettarsi da questo season pass, complice anche la diminuzione dei personaggi DLC da 8 a 6: abbiamo comunque provato a fare qualche ipotesi su cosa aspettarci. Voi siete pronti a tornare nell’arena? Quali personaggi sperate vengano aggiunti in seguito?