News 1 min

Diablo Immortal, uno dei giochi più odiati di sempre, è amatissimo in Blizzard

Il controverso spin-off mobile torna a far parlare di sé

Uno dei giochi più odiati di sempre sta ricevendo un apprezzamento importante, stando ai test interni del team di Diablo Immortal.

Daniel Alegre, presidente e COO di Activision Blizzard, ha infatti rivelato nell’ultimo meeting con gli azionisti che il controverso spin-off mobile della serie hack ‘n’ slash sta ricevendo feedback molto positivo durante la fase di prova.

Diablo Immortal è stato annunciato nel 2018 e sembrava ad un passo dal lancio ma, complice l’esplosione di critiche della community – al tempo in attesa di Diablo IV e “ricompensata” con una produzione mobile in cui non aveva alcun interesse -, è stato tenuto in sviluppo per un tempo più lungo del previsto.

Da Diablo III.

«Tra i molteplici titoli mobile di Blizzard in sviluppo, Diablo Immortal ha visto una risposta enormemente entusiastica nei test interni nel terzo trimestre», ha spiegato Alegre.

«Presto entreremo nel testing esterno regionale», ha preannunciato, dando l’idea di una fase di beta o early access in programma molto presto.

È probabile che, ora che Diablo IV è realtà e la community è stata in un certo senso accontentata, la strada per lo spin-off mobile sia finalmente spianata.

Il gioco è stato al centro di numerose polemiche, con un’accusa persino di semplice reskin di un titolo NetEase, lo studio cinese che se ne sta occupando.

Un ex Diablo aveva al tempo sottolineato come il reveal di un gioco mobile quando tutti si aspettavano il quarto capitolo fosse l’ennesima prova di come Blizzard non fosse più in sintonia con la sua utenza.

Nell’attesa dei nuovi episodi, potete recuperare Diablo III Eternal Collection ad un prezzo vantaggioso su Amazon