News 2 min

Death Stranding, un dettaglio delle sorgenti termali che forse v’è sfuggito

Voglia di un bagno caldo?

Death Stranding Director’s Cut sta per tornare su console PS5 entro la fine dell’anno, portando nuovamente in auge le avventure di Sam Porter Bridges.

La versione next-gen del titolo targato Kojima Productions sarà infatti disponibile a partire dal 24 settembre in esclusiva su PlayStation 5.

Già nel trailer rilasciato in occasione dello State of Play di luglio abbiamo potuto vedere alcune delle novità che ci aspettano.

Sul gioco in questione avevamo già scritto un ricco speciale in cui abbiamo fatto il punto della situazione circa quanto costa, come fare upgrade da PS4 e cosa cambia.

Ora, via Reddit, un giocatore si è accorto di un particolare dettaglio relativo a uno dei momenti di “calma” del gioco, vale a dire le sorgenti termali.

In questi intermezzi, vediamo Sam immergersi nelle acque calde completamente nudo, spogliato quindi dalla pesante imbracatura utile a portare i pesantissimi pacchi.

Un utente ha ora scoperto che, nelle missioni in cui saremo chiamati a scortare un secondo personaggio, nel caso in cui decidessimo di fare una pausa in un bagno termale anche l’NPC di turno ne approfitterà per farsi un piacevole tuffo senza pensarci due volte.

Vedremo quindi sia Sam che il suo “partner” riposarsi nelle acque tiepide della sorgente, distanti in ogni caso l’uno dall’altro: si tratta di un dettaglio che ovviamente potrebbe essere sfuggito a molti giocatori.

Ricordiamo che la Director’s Cut permetterà di vivere in modo più ricco l’ambiente circostante i feedback aptici di DualSense, sfruttando anche i grilletti adattivi per migliorare il gameplay.

Il gioco trarrà vantaggio dall’SSD di PS5 per caricamenti velocissimi, contando anche su una modalità performance (4K in upscale e 6o fps) o su una modalità fedeltà (4K nativi), entrambe con supporto per ultra-wide e HDR.

Inoltre, coloro che possiedono già il gioco su PS4 potranno acquistare la Director’s Cut al prezzo di 10 dollari.

Avete già letto in ogni caso che Hideo Kojima ha rivelato di non amare l’utilizzo del termine Director’s Cut nei videogiochi?

Ma che, nonostante ciò, dopo Ghost of Tsushima e Death Stranding potrebbero arrivare altre Director’s Cut?

Infine, proprio oggi Steam ha svelato le nuove follie di metà settimana, tra cui troviamo anche Death Stranding.

Se volete scoprire il mondo di Death Stranding, avete già dato un’occhiata al pregiato artbook ufficiale?