Caro Babbo Natale, tra next-gen e desideri videoludici – Gli articoli della settimana

Nel riepilogo degli articoli settimanali, vediamo i dettagli su Xbox Series X, le nostre prove dai The Game Awards e le aspettative per il futuro videoludico

SPAZIOWEEKLY
A cura di Stefania Tahva Sperandio - 21 Dicembre 2019 - 12:11

Manca ormai davvero poco all’arrivo delle festività e ai titoli di coda del 2019, che ci preparerà di mese in mese all’avvento della next-gen. Mentre l’anno volge al termine, però, ci sono ancora molti argomenti di cui parlare – perlopiù proiettati al futuro: vediamoli, come di consueto, nell’immancabile SpazioWeekly.

Uccellini e tavole da skate

Apriamo con il peculiare SkateBIRD, gioco di skateboard che sembra appena uscito da Twitter (l’avete capita? Era una battuta terribile, non fateci caso, ndr) in cui dovrete sfrecciare e produrvi in evoluzioni sul vostro skateboard, ma nei panni di adorabili piccoli pennuti coloratissimi e personalizzabili.

In occasione dei The Game Awards, ai quali ha fatto seguito la demo, il nostro Marino Puntorieri si è messo nei panni degli impavidi passerotti e vi ha raccontato nell’anteprima le impressioni a caldo. L’idea che ci è rimasta è quella di un gioco che grinda in equilibrio tra genio e follia, immediato e capace di divertire fin da subito – ma che dovrà trovare il modo di prodursi in novità e variazioni, nelle modalità e nelle sfide, per non rischiare di inciampare nel rischio della ripetitività.

Caro Babbo Natale, tra next-gen e desideri videoludici – Gli articoli della settimana

Hearthstone e l’epoca dei draghi

È stato invece Gianluca Arena a sviscerare per voi Hearthstone: La Discesa dei Draghi, la più recente espansione del titolo di carte firmato Blizzard Entertainment. In un succoso speciale, il nostro veterano ha discusso con voi delle migliori novità, evidenziando le carte irrinunciabili, i contenuti inediti più divertenti e il modo in cui alcune vecchie meccaniche vengono rinfrescate e riproposte per intrattenere anche i giocatori più esperti.

Se state cercando qualcuno che faccia il punto dopo le prime ora con La Discesa dei Draghi, ci abbiamo pensato noi.

Caro Babbo Natale, tra next-gen e desideri videoludici – Gli articoli della settimana

Verso un Pianeta Selvaggio

Se i mondi alieni sono una delle vostre grandi passioni videoludiche, sarete felici di sapere che il nostro Matteo Bussani è volato verso il pianeta selvaggio di Journey to the Savage Planet, per provarlo con mano e raccontarvi cos’ha da offrire questa folle avventura.

Forte delle sue meccaniche di esplorazione e caratterizzato da una sana dose di demenziale ironia, che non guasta, il gioco ci ha colpito per il gameplay, ma anche per l’idea di introdurre una co-op a due giocatori online e per il fatto che, a primo impatto, sembri davvero strabordante di idee e personalità.

Caro Babbo Natale, tra next-gen e desideri videoludici – Gli articoli della settimana

The Drifter e l’importanza della narrativa

Dopo i The Game Awards abbiamo avuto anche la possibilità di mettere le mani, tra gli altri, su The Drifter. Il nostro Francesco Ursino vi ha così parlato di un’avventura narrativa che punta fortissimamente sul suo comparto storytelling, accompagnando a quest’ultimo una direzione artistica in pieno stile pulp, evidente fin dalle prime battute.

Gli spunti proposti, che abbiamo approfondito nella nostra anteprima, hanno qualcosa da dire e la pixel art, per quanto ormai vista e stravista, è gradevole e ben realizzata. Ottimo anche il doppiaggio, che in un videogioco narrativo non guasta affatto. Non aspettatevi, però, un trionfo di enigmi: per ora il gioco si direbbe semplice – essendo incentrato soprattutto sull’incedere della storia, come dicevamo.

Caro Babbo Natale, tra next-gen e desideri videoludici – Gli articoli della settimana

Il ritorno di System Shock

Se ne parla da tempo, ma non si è visto quasi nulla. O almeno, qualcosina sì, ma finalmente abbiamo potuto toccarlo con mano. Stiamo parlando di System Shock, il ritorno del grande classico del videogioco, che era tra le demo disponibili dopo i The Game Awards. La nostra Giulia Garassino si è così immersa nelle sue atmosfere fantascientifiche, evidenziando nell’anteprima che il gioco si presenta abbastanza bene nel suo comparto tecnico – sebbene ceda il passo in materia di combat system, indubbiamente da affinare.

I presupposti sono comunque buoni e le ambizioni di fare bene non mancano: sicuramente, Nightdive Studios ha messo delle buone fondamenta, sulle quali dovrà costruire sapientemente per non finire con lo schiantarsi contro un le certezze del gioco originale.

Caro Babbo Natale, tra next-gen e desideri videoludici – Gli articoli della settimana

Xbox Series X si chiama solo Xbox (già!)

È stato l’annuncio di punta degli scorsi The Game Awards e il nostro Paolo Sirio, che ha sempre i radar puntati sugli annunci di Phil Spencer, non poteva che svelarci tutto, ma proprio tutto, quello che c’è da sapere fino a oggi su Xbox Series X. A partire dal nome: la console next-gen di Microsoft si chiama, in realtà, solamente Xbox, con Series X che indica una delle serie che vedremo. Come a dire, insomma, che dobbiamo dare per scontato che ce ne saranno delle altre – in piena conferma dei rumor che parlavano di un modello Anaconda e di un modello Lockhart.

In ogni caso, parlando di certezze, il collega ha provveduto a fornirvi due speciali di approfondimento davvero ricchissimi, in cui facciamo il punto su tutto: nome della console, controller, specifiche tecniche, peculiare design monolitico dalle linee pulite e decise. C’è davvero tutto, in attesa di ulteriori novità e, perché no, della prossima mossa di Sony, dalla quale aspettiamo di scoprire eventuali profili decisi o curvilinei della futura PS5.

Caro Babbo Natale, tra next-gen e desideri videoludici – Gli articoli della settimana

I Miracoli di Natale continuano

Ne approfittiamo per segnalarvi che, anche questa settimana, è andata avanti la nostra rubrica pre-natalizia dei Miracoli di Natale, in cui la nostra redazione affida a delle letterine a Babbo Natale (lasciamo a voi la libertà di immaginare il faccione di un Santa Claus videoludico) i suoi desideri per il futuro dei videogiochi.

Gli argomenti non sono mancati: il nostro Valentino Cinefra si è interrogato in merito a un Sam Fisher che sembra aver preso un po’ troppo sul serio il suo ruolo di agente stealth, sparendo nel nulla con tutto Splinter Cell; Daniele Spelta, invece, ha espresso il peculiare desiderio di venire vedere rinviati sempre più videogiochi, per il 2020, mentre nel suo articolo Pasquale Fusco ha ricordato che il mondo ha urgentemente bisogno di Super Seducer 3. Gli appuntamenti sono stati tanti e potete recuperarli tutti nel link di seguito.

Caro Babbo Natale, tra next-gen e desideri videoludici – Gli articoli della settimana

La fine dell’anno è sempre tempo di bilanci e di grandi aspettative – motivo per cui non stupisce che a farla da padroni siano stati proprio gli articoli dedicati al futuro: non sono mancate le anteprime dei giochi in arrivo, con anche i nostri desideri espressi tra i tanti miracoli di Natale che richiediamo nelle nostre letterine – oltre a un po’ di chiarezza in merito di next-gen, con tutti i dettagli su Xbox Series X.

Il 2019 sta per finire e il 2020 si preannuncia più ricco che mai. Per adesso, però, godiamoci il weekend!




TAG: SpazioWeekly